Roma, 21 novembre 2017, ore 20.25
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Rapporti finanziari UE

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Attività istituzionali > Rapporti finanziari UE > Il monitoraggio > Attuazione finanziaria Fuori Obiettivo

Attuazione finanziaria Fuori Obiettivo

Programmazione 2000/06: Avanzamento finanziario dei Programmi Fuori Obiettivo al 30/09/2009

L'attuazione finanziaria dei Programmi Fuori Obiettivo

Attraverso l'I.C. Equal (cofinanziata dal FSE) la Commissione Europea intende sperimentare nuovi strumenti di lotta contro le discriminazioni e le disuguaglianze nel campo dell'occupazione.

Abbastanza diversificato appare l'avanzamento finanziario per i 10 P.I.C. Urban II (cofinanziati dal FSE), finalizzati a favorire lo sviluppo sostenibile di città e quartieri degradati. Nel complesso, i pagamenti registrati al 30/09/2009 ammontano al 103,6% del contributo totale. Il comune di Taranto, in particolare, ha fatto registrare una buona crescita per ciò che concerne l'avanzamento finanziario: nel III trimestre 2009 i pagamenti hanno avuto un incremento pari al 21,6% degli stanziamenti complessivi.

Per quanto riguarda i 22 programmi d'Iniziativa Comunitaria Leader+ (finanziati attraverso il contributo del FEOGA), destinati ad incoraggiare la messa a punto e la sperimentazione di nuovi approcci per uno sviluppo rurale integrato e durevole, si registrano livelli di spesa in linea con quelli di tutti gli altri Interventi. In media, infatti, i pagamenti effettuati risultano pari al 92,7% del costo totale, con una crescita nel III trimestre 2009 dello 0,4%. Gli Interventi più performanti, nel corso del III trimestre, sono risultati i Leader+ Sicilia e Abruzzo con un incremento dei pagamenti, rispetto al trimestre precedente, rispettivamente del 3,9% e dell'1,5%. I dati dei Fuori Obiettivo evidenziano, in generale, un limitato ricorso al fenomeno dell'overbooking finanziario, cioè a situazioni in cui la somma degli impegni assunti e dei pagamenti effettuati è superiore alla quota programmata. Il ricorso all'overbooking, che da quanto si è detto è indice didisponibilità di un parco progetti superiore a quello richiesto dagli obiettivi di programmazione, rappresenta una scelta strategica soprattutto in fase di chiusura di programma. Essa garantisce le Amministrazioni dalla eventualità fisiologica che alcuni dei progetti selezionati trovino impedimenti alla realizzazione consentendo così la possibilità di sostituirli con i progetti in overbooking.

Tale fenomeno resta circoscritto ad alcuni interventi del Programma Leader + (Veneto, Bolzano, Piemonte, Lombardia e VdA) ed ha anche una incidenza contenuta. Il livello complessivo di attuazione del Programma, depurato dall'overbooking, subisce infatti un decremento di appena l'1,6%, passando dal 92,7% al 91,1%. .

I dieci PIC Interreg III a titolarità italiana (cofinanziati dal FESR), finalizzati a promuovere sia la cooperazione transfrontaliera e transnazionale sia lo sviluppo equilibrato del territorio, al 30/09/2009 presentano performance finanziarie differenti. Per quanto concerne i Programmi di tipo A (transfrontaliero) emerge, in particolare, il livello di spesa raggiunto dal Programma "Italia-Austria", che si attesta al 122,4% del costo totale; decisamente al di sotto della media appare, invece, la performance del Programma "Medoc" (90,1%). Giustificato, d'altro canto, è il ritardo del livello di spesa (58,5%) del Programma "Italia-Malta" rispetto agli altri: esso infatti è partito quattro anni dopo gli altri Interventi.

Il Docup Pesca Fuori Obiettivo (cofinanziato dallo SFOP), che coinvolge le Regioni del Centro-Nord, ha raggiunto un livello di spesa pari all' 89,9% del contributo totale; a fronte di tale livello di pagamenti, gli impegni giuridicamente vincolanti al 30/09/2009 risultano pari al 99,1% del costo programmato.

Sul territorio nazionale sono attualmente in corso cinque Azioni Innovative attuate attraverso il contributo del FESR. L'avanzamento finanziario per Programma mostra al 30/09/2009 una situazione disomogenea in parte dovuta anche ad un disallineamento temporale nell'inizio dei singoli interventi. Quasi tutte le A.I. si sono ormai conclusi, avendo tale tipologia di intervento durata biennale con possibilità di proroga di un anno. I Programmi di A.I. attualmente conclusi sono: Umbria, Veneto, Marche, Toscana (2), Friuli V.G., Sardegna, Abruzzo, P.A. di Bolzano, Puglia, P.A. di Trento, Valle d'Aosta, Emilia Romagna, Calabria, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Lazio, Basilicata Liguria, Campania e Molise. A livello nazionale le spese sostenute ammontano all' 85,3% delle risorse complessivamente stanziate, mentre gli impegni rappresentano l'87,9%.