Roma, 20 settembre 2017, ore 13.05
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Attività di previsione della RGS

LE TENDENZE DI MEDIO-LUNGO PERIODO DEL SISTEMA PENSIONISTICO E SOCIO-SANITARIO - LE PREVISIONI DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO AGGIORNATE AL 2017

La Ragioneria Generale dello Stato (RGS) redige annualmente un rapporto nel quale si illustrano le tendenze di medio-lungo periodo del sistema pensionistico e socio-sanitario. Tali tendenze vengono analizzate sulla base delle previsioni effettuate con i modelli della RGS. Il Rapporto n. 18 illustra le previsioni di medio-lungo periodo elaborate con i modelli aggiornati a maggio 2017 a seguito della diffusione, preannunciata in sede di DEF 2017, delle nuove previsioni demografiche Istat, avvenuta a fine aprile 2017, le quali costituiscono parte integrante dello scenario nazionale base, nonché della trasmissione a fine maggio 2017 del nuovo quadro demografico e macroeconomico definito in ambito europeo per il nuovo round di previsione delle spese pubbliche age-related (scenario EPC-WGA baseline). Tali previsioni di medio-lungo periodo, che aggiornano quelle contenute nei riquadri specifici del DEF 2017, sono già state pubblicate a giugno 2017 come “Anticipazioni” del presente Rapporto, che si caratterizza anche per i consueti contenuti di seguito indicati.

Il successivo aggiornamento delle previsioni di medio-lungo periodo del sistema pensionistico e socio-sanitario verrà effettuato a settembre, in occasione della predisposizione della Nota di Aggiornamento del DEF 2017; tali previsioni verranno pubblicate nella Nota di Aggiornamento del Rapporto RGS n. 18.

I principali contenuti del Rapporto sono:

  • le previsioni di medio-lungo periodo della spesa pubblica per pensioni, sanità e Long Term Care (LTC) in rapporto al PIL, elaborate in funzione di scenari definiti in ambito nazionale (scenario nazionale base) ed europeo (scenario EPC-WGA baseline);
  • un’illustrazione dei nuovi scenari di medio-lungo periodo definiti in ambito nazionale (previsioni demografiche Istat con base 2016) ed europeo (scenario EPC-WGA per il prossimo round di previsioni 2018);
  • una descrizione delle procedure di aggiornamento, con particolare riguardo alla revisione delle stime di crescita di breve periodo ed il raccordo con le ipotesi demografiche e macroeconomiche sottostanti gli scenari di previsione definiti in ambito nazionale ed europeo;
  • una descrizione dei requisiti di accesso al sistema pensionistico, aggiornati in relazione alle nuove previsioni demografiche Istat, con base 2016;
  • una valutazione degli effetti finanziari del complessivo ciclo di riforme adottate dal 2004;
  • un’analisi degli effetti dell’aggiornamento degli scenari di previsione di medio-lungo periodo sul rapporto tra spesa e PIL e sul debito pubblico in rapporto al PIL;
  • una descrizione degli automatismi del sistema pensionistico pubblico rispetto alle dinamiche della sopravvivenza media;
  • una valutazione degli effetti finanziari della revisione dei coefficienti di trasformazione e dell’adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento rispetto alla speranza di vita;
  • un’analisi degli effetti distributivi del sistema pensionistico pubblico;
  • un’analisi dei tassi di sostituzione lordi e netti della previdenza obbligatoria e complementare;
  • le previsioni della spesa pubblica per sanità e per LTC effettuate secondo le metodologie del pure ageing e del reference scenario;
  • un’illustrazione dell’attività inerente alla classificazione della spesa sanitaria secondo i criteri del System of Health Accounts (SHA), con riferimento alla componente sanitaria per LTC;
  • un’ampia analisi di sensitività, volta a misurare l’impatto di ipotesi alternative circa le variabili dello scenario demografico e macroeconomico;
  • una descrizione dello stato di avanzamento dell’indagine sugli interventi socio-assistenziali dei comuni e la prospettazione di alcuni risultati;
  • le previsioni della complessiva spesa per prestazioni sociali in denaro e della spesa sanitaria di breve periodo contenute nel DEF 2017 (Sezione II - Analisi e tendenze della finanza pubblica e Sezione I - Aggiornamento del Programma di Stabilità 2017);
  • una descrizione del quadro normativo relativo alle prestazioni oggetto di previsione e alle altre prestazioni sociali in denaro.