Roma, 22 novembre 2017, ore 12.07
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Tesoreria dello Stato

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Attività istituzionali > Tesoreria dello Stato > Normativa > Accordo interistituzionale del 15 aprile 2014

Accordo interistituzionale del 15 aprile 2014 per la gestione degli atti di pignoramento in danno di amministrazioni dello Stato notificati alla Banca d'Italia - Tesoreria dello Stato, in veste di terzo pignorato

L’accordo è stato stipulato tra l’Avvocatura generale dello Stato, il Ministero della giustizia, la Banca d’Italia e il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato in esito alla chiusura dei lavori dell’apposito tavolo per lo studio delle problematiche relative alla gestione della rilevante mole di atti di pignoramento contro l’Amministrazione statale presentati presso le Tesorerie. In quella sede è emersa la necessità di alleggerire l’attività amministrativa, particolarmente onerosa sia per la Tesoreria statale, che per le Amministrazioni coinvolte, e di ridurre gli effetti finanziari derivanti dall’accantonamento e quindi dall’indisponibilità di risorse originariamente destinate a far fronte ad altri interventi. L’Accordo recepisce le soluzioni innovative emerse e discusse nel corso dei lavori, nell’ambito del quadro normativo vigente, aventi lo scopo di ridurre l’impatto negativo che il ricorso ai pignoramenti provoca alla macchina amministrativa. Con l’Accordo stipulato si è concordato di collaborare fattivamente per un miglior coordinamento delle azioni da intraprendere, ognuno nella sfera delle proprie competenze. In particolare, la Ragioneria generale dello Stato si è impegnata a riordinare le istruzioni a suo tempo diramate per fornire alle Amministrazioni statali le informazioni tecnico/operative necessarie in materia di ricorso agli Speciali ordini di pagamento in conto sospeso. A questo fine è stata recentemente diramata la circolare RGS n. 24 del 27 agosto 2014.