Roma, 19 novembre 2017, ore 17.01
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Tesoreria dello Stato

Disciplina, per il triennio 2008-2010, dei prelevamenti di cassa di enti e amministrazioni titolari di conti di tesoreria statale in attuazione dell'articolo 3, commi 40,41 e 42, della legge 24 dicembre 2007, n.244

Disciplina, per il triennio 2008-2010, dei prelevamenti di cassa di enti ed amministrazioni titolari di conti di tesoreria statale -inseriti nel conto economico consolidato delle amministrazioni pubbliche- in attuazione dell'art.3, commi 40,41 e 42, delle legge 24 dicembre 2007, n.244 (legge finanziaria 2008. Il decreto nel confermare, per il triennio 2008-2010, le disposizioni sui limiti di prelevamenti dai conti di tesoreria statale, introduce delle novità rispetto agli anni scorsi. Infatti, le esclusioni dai vincoli di prelevamenti vengono estese anche agli enti del sistema camerale, agli enti gestori delle aree naturali protette, all'ICRAM, all'INFS ed alle autorità portuali. Inoltre, vengono escluse dal riassorbimento le eccedenza di spesa correlate al pagamento degli oneri contrattuali a titolo di competenze arretrate per il personale.