Roma, 19 novembre 2017, ore 09.31
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Tesoreria dello Stato

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Attività istituzionali > Tesoreria dello Stato > Ristrutturazione della rete territoriale delle tesorerie

RIORGANIZZAZIONE TERRITORIALE DELLA BANCA D’ITALIA

Soppressione di alcune Tesorerie

La legge 28 marzo 1991, n. 104, che affida alla Banca d'Italia il servizio di tesoreria provinciale dello Stato, dispone che il predetto servizio sia svolto tramite sezioni di Tesoreria con sedi e competenza territoriale stabilite con appositi decreti del Ministro dell'economia e delle finanze.

Nell'ambito del più ampio progetto di riorganizzazione della rete territoriale avviato dalla Banca d'Italia su tutto il territorio nazionale, che prevede la razionalizzazione e la riduzione delle filiali, una prima fase di riassetto territoriale è avvenuta nel biennio 2008-2010, disposta con il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 13 febbraio 2008 (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana n. 104 del 5 maggio 2008), in occasione della quale furono chiuse 39 Tesorerie.

Con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 04 settembre 2015, vengono ora disposti la soppressione di altre 19 Tesorerie nel periodo compreso tra ottobre 2015 e gennaio 2016 e il trasferimento delle relative competenze ad altre filiali.