Roma, 17 novembre 2017, ore 22.22
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Vigilanza e Controllo di Finanza Pubblica

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Attività istituzionali > Vigilanza e Controllo di Finanza Pubblica > Vigilanza sui beni immobili dello Stato

ATTIVITÀ NORMATIVA

Vigilanza sui beni immobili dello Stato

Tra le attività istituzionali del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato assume particolare importanza, tra le altre, la funzione della tenuta delle scritture contabili dei beni immobili dello Stato (appartenenti al patrimonio disponibile ed  indisponibile ed i beni appartenenti al demanio storico-artistico direttamente gestiti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e per esso dall’Agenzia del Demanio).

La predetta attività, svolta dagli uffici appartenenti al sistema delle ragionerie del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, è diretta ad acquisire dalle correlate filiali delle Agenzie del Demanio gli elementi necessari alla redazione del Conto generale del Patrimonio dello Stato, oltre a permettere l’espletamento delle funzioni  istituzionali di vigilanza in subiecta materia.

A tale riguardo, con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze datato 16 marzo 2011 – e con successivi provvedimenti n. 124834 del 29 dicembre 2011 e n. 130433 del 30 dicembre 2011 – è prevista, a decorrere dal 1° gennaio 2012, l’adozione di un nuovo sistema delle scritture contabili informatiche riguardanti i beni immobili di proprietà dello Stato e la cessazione alla data del 31 dicembre 2011 dall’uso delle scritture tenute su supporto cartaceo.