Roma, 24 novembre 2017, ore 06.46
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Circolari

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Circolari > 2002 > il Consuntivo - Tabella ''T19 - Attività Comuni''

Il Consuntivo

Tabella "T19 - Attività Comuni"

In questo modello vengono richieste le informazioni sull'impiego del personale in relazione alle attività svolte.

Modalità operative di compilazione

Nella compilazione della schermata sarà necessario nell'ordine:

  • immettere l'anno di rilevazione (2001);
  • inserire la tipologia di Istituzione di riferimento (necessariamente "Comuni");
  • specificare l'Istituzione (denominazione del Comune);
  • specificare il contratto (se ve sono più di uno) del personale di cui si vogliono inserire i dati;
  • selezionare la qualifica/categoria di cui si vogliono inserire i dati.

Il personale è distinto nelle seguenti qualifiche e categorie:

schermata di acquisizione dei dati

Schermata di acquisizione dei dati

Nella schermata vengono elencate soltanto le attività dichiarate svolte, almeno in parte, in gestione diretta nella precedente tabella "T18 - Modalità di gestione Comuni".

Tra le varie attività sarà necessario distribuire, in percentuale ed avvalendosi di due cifre decimali, il tempo lavorato dal personale appartenente alla qualifica/categoria selezionata.

Modalità di imputazione delle attività

Nell'ipotesi che colui che coordina la rilevazione all'interno del comune faccia copia della circolare alle singole unità organizzative (U.O.), è opportuno che si tenga conto delle seguenti indicazioni.

Le attività sono classificate nelle aree operative Attività di funzionamento e Attività istituzionali.

Una U.O. che svolge attività volte al mantenimento della struttura amministrativa (ad esempio le U.O. dell'ufficio degli Affari Generali e del Personale) dovrà ricercare le attività da imputare nell'ambito delle attività di funzionamento; analogamente una U.O. che svolge attività finalizzate, ad esempio, all'erogazione di servizi, tipica attività correlata alla "missione istituzionale" del comune dovrà ricercare le attività nell'ambito delle attività istituzionali.

Una volta individuata l'area operativa in cui si collocano le attività di propria competenza è opportuno individuare l'area o le aree di intervento di interesse della U.O. che corrispondono generalmente con le funzioni da essa svolte; all'interno delle aree di intervento si potranno quindi scegliere le attività svolte dal personale.

Oltre alle indicazioni sulle modalità di individuazione delle attività nell'ambito del glossario è opportuno tener presenti anche le seguenti indicazioni:

  • il segretario comunale ed il direttore generale del Comune non sono tenuti alla compilazione delle tabelle perché l'attività da essi svolta comprende tutte quelle dell'ente;
  • la qualifica dirigenziale a tempo determinato (art. 110 comma 1, del D. Lgs. n. 267/00) va rilevata tra i dirigenti (colonna 1);
  • il personale inquadrato nella posizione economica B3 qualora vi provenga per progressione dalle posizioni economiche B1 e B2 deve essere rilevato nella colonna 6. Analogamente dicasi per il personale inquadrato nella posizione economica D3;
  • il personale assunto in base all'art.2 (lavoro interinale) e art.3 (formazione lavoro) del C.C.N.L. del 14/9/2000 va rilevato nelle colonne relative al personale allo stesso equiparabile in termini di professionalità;
  • il personale A.T.A. trasferito dal 1 gennaio 2000 al comparto scuola non va rilevato;
  • le U.O. che sono segreterie del Sindaco e degli Assessori dovrebbero imputare la quasi totalità del loro tempo alle attività di indirizzo politico;
  • in considerazione di quanto detto precedentemente, nel tempo dedicato dal personale ad un'attività va compreso anche quello dedicato alla dattiloscrittura, alla fotocopiatura, alla protocollazione, all'archiviazione delle pratiche o documentazione relativa alle attività di propria competenza svolte nell'ambito dell'U.O. stessa. Qualora, invece, l'U.O. appartenga a strutture di supporto di altri uffici, le stesse attività dovranno essere imputate alle corrispondenti dell'area di funzionamento;
  • il personale che presta servizio presso le specifiche strutture di supporto centralizzate (centri di calcolo, ufficio spedizioni, magazzini ecc.) deve imputare il tempo lavorato sulle attività:
    - gestione archivi;
    - gestione protocollo;
    - gestione centri stampa;
    - servizi ausiliari;
    - registrazione dati;
    - ecc.
  • i dipendenti di organismi esterni (pubblici e privati) che hanno lavorato nell'anno 2000 presso il comune non vengono rilevati. L'attività svolta da detto personale verrà evidenziata nella tabella dedicata alle modalità di gestione come esternalizzata.

 

Per la rilevazione delle attività i comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti sono tenuti alla compilazione del modello a livello aggregato di "Area di intervento".

 

È necessario che la somma delle percentuali attribuite alle varie attività sia pari a 100.

Terminata la distribuzione delle percentuali, occorrerà "cliccare" sul pulsante Aggiorna in modo che il sistema memorizzi i dati immessi e controlli che il totale di dette percentuali sia pari a 100.

Qualora i controlli non diano luogo a messaggi di errore, sarà possibile immettere i dati per una nuova qualifica/categoria "cliccando" sul pulsante Indietro posto in corrispondenza dell'ultima qualifica/categoria selezionata e continuare l'immissione dei dati.

Ultimata la rilevazione si potranno controllare i dati immessi tramite il pulsante Riepilogo Rilevazione, che consentirà la visione in forma tabellare di tutti i dati inseriti.

schermata di riepilogo dei dati

Schermata di riepilogo dei dati

Se dal controllo risulta che i dati relativi ad una certa qualifica sono stati inseriti in maniera errata, sarà possibile, "cliccando" con il mouse su Modifica accanto alla qualifica di cui si vogliono variare i dati, apportare i necessari correttivi.

Qualora, invece, si volessero cancellare i dati relativi ad una determinata qualifica, occorrerà "cliccare" su Cancella accanto alla qualifica da eliminare.

I tre tasti posti in calce alla tabella riepilogativa consentono rispettivamente:

  • di cancellare tutti i dati immessi nella tabella;
  • di non salvare le modifiche apportate alla tabella nell'ultima sessione di lavoro;
  • di salvare le modifiche apportate alla tabella nell'ultima sessione di lavoro.

 

Cliccando sul pulsante Salva viene richiesto di considerare come definitivamente conclusa l'acquisizione della tabella. Premendo il pulsante NO verranno salvati i dati immessi e si dovrà, in una successiva sessione di lavoro, completare la compilazione della tabella. Premendo il pulsante SI la rilevazione della tabella verrà considerata terminata; l'unità oggetto di rilevazione verrà considerata adempiente rispetto alla sua compilazione e sarà conseguentemente attivato il processo di validazione dei dati da parte degli organi competenti.

 

icona pdf fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Salva oggetto con nome

Per prelevare la tabella in formato pdf e xls fare clic con il pulsante destro del mouse
sull'icona relativa e scegliere Salva oggetto con nome.

icona xls fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Salva oggetto con nome