Roma, 21 novembre 2017, ore 21.54
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Circolari

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Circolari > 2003 > Circolare del 14 gennaio 2003 n. 1

Ritardi nel pagamento delle transazioni commerciali

Il decreto legislativo numero 231 del 9 ottobre 2002 recante "Attuazione della direttiva 200/35/CE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali" prevede, in caso di ritardo nei pagamenti da parte delle amministrazioni per forniture di beni e servizi, la decorrenza automatica degli interessi moratori dal giorno successivo alla scadenza del termine per il pagamento.

La circolare numero 1/2003 sottolinea, come conseguenza delle disposizioni del citato provvedimento, la necessità di adottare comportamenti ed iniziative volti a snellire ogni fase relativa all'acquisizione di beni e servizi per evitare aggravi per la finanza pubblica dovuti a ritardi nei pagamenti; inoltre la circolare sottolinea la possibilità di fissare un termine di pagamento ed un saggio di interesse diverso da quello prescritto dall'articolo 5 del decreto (pari al saggio di interesse del principale strumento di rifinanziamento della Banca Centrale Europea, maggiorato di sette punti), ovviamente nei limiti consentiti dal provvedimento.