Roma, 19 novembre 2017, ore 17.05
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Circolari

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Circolari > 2004 > Circolare del 19 aprile 2004 n. 17

Progetto “Athena 2” - Avvio fase di sperimentazione

Nell'ambito delle attività volte al monitoraggio della spesa pubblica, in particolare del settore istruzione, ed al fine di rendere efficace ed efficiente l'attività di vigilanza amministrativo contabile, il Ministero dell'Economia e delle Finanze - Ragioneria Generale dello Stato - ed il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Dipartimento per la programmazione ministeriale e per la gestione ministeriale del bilancio, delle risorse umane e dell'informazione hanno messo a punto, tra il 2002 e il 2003, un Progetto ancora in corso di sperimentazione denominato ATHENA - composto dai sottoprogetti "Athena 1" (costruzione di indicatori di struttura standard) e "Athena 2" (supporto all'attività di revisione presso le istituzioni scolastiche) - finalizzato a monitorare e ad analizzare i fenomeni gestionali riguardanti le Istituzioni scolastiche. Attraverso la circolare n. 17 del 2004, la Ragioneria Generale dello Stato rende noto agli uffici scolastici regionali, alle istituzioni scolastiche, alle Ragionerie Provinciali dello Stato ed ai Collegi dei revisori dei conti che, a partire dal 15 aprile 2004, con lo scopo di sperimentare le funzionalità dell'applicazione informatica, è disponibile all'indirizzo internet http://athena.tesoro.it uno schema di verbale che i Collegi dei revisori dei conti degli ambiti territoriali scolastici di Umbria e Campania dovranno utilizzare per l'esame del Conto consuntivo 2003. Nella circolare interministeriale MEF/MIUR vengono fornite le indicazioni circa le modalità di collegamento all'applicativo ed i numeri di riferimento per la soluzione di problematiche tecniche, nonché l'indirizzo e-mail cui proporre quesiti di ordine amministrativo.