Roma, 19 novembre 2017, ore 09.28
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Circolari

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Circolari > 2006 > Circolare del 28 aprile 2006 n. 18

Previsione di bilancio per l'anno 2007 e per il triennio 2007-2009 - Budget per l'anno 2007

La circolare n. 18/2006 detta alle Amministrazioni centrali dello Stato i criteri per la formulazione delle proposte volte all'elaborazione e definizione del progetto di bilancio di previsione dello Stato per l'anno 2007, per il triennio 2007/2009 e del Budget per l' anno 2007, da presentare al Parlamento entro il 30 settembre 2006. Come già per il decorso esercizio, la circolare conferma l'azione di razionalizzazione della spesa statale nel processo di formazione del bilancio a legislazione vigente ed impartisce, tra l'altro, alle Amministrazioni direttive per l'applicazione della regola di incremento massimo del 2% rispetto all'anno precedente per le spese del conto consolidato della P.A..

Tra gli adempimenti richiesti alle Amministrazioni, particolare importanza riveste questo anno la predisposizione delle note preliminari degli stati di previsione ai sensi dell'articolo 2 comma 4 quater della Legge 468/1978.

Le suddette note dovranno essere elaborate secondo il calendario e con le modalità specificate nell'allegato 4 a cui la circolare fa espresso rinvio.

Inoltre, ai fini della compilazione del budget economico, la circolare n. 18 - nota tecnica n. 2 - invita le Amministrazioni Centrali dello Stato ad elaborare per l'anno 2007 le previsioni economiche per "Missioni Istituzionali", "per centri di costo" e per "natura di costo" delle risorse utilizzate, con riferimento al piano dei conti approvato con D.M. dell'Economia e delle Finanze del 6/4/2004 e relativo Manuale dei Principi e delle Regole Contabili.

Le principali novità sulle quali i centri di costo dovranno prestare particolare attenzione riguardano:

- la modifica della "procedura d'ausilio", che ora consente di ripartire i costi comuni anche solo su alcune missioni istituzionali;

- la parziale modifica della denominazione delle schede per acquisire le informazioni per la riconciliazione;

- la evoluzione delle informazioni sul costo medio che, per gli Uffici del Personale, risulta preimpostato o modificabile solo previa autorizzazione dell'IGPB;

- la certificazione degli anni persona inseriti su Contabilità economica e su Sico (SIstema COnoscitivo del personale) sia da parte dei referenti CdR, che dovranno compilare una nuova nota illustrativa, che degli UCB.

I referenti CdR, analogamente allo scorso anno, provvederanno alla riconciliazione dei costi con le relative risorse finanziarie previste (non per la fase di budget "proposto") e alla comunicazione delle modalità di riparto dei costi comuni.