Roma, 22 novembre 2017, ore 21.21
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

 

Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato

Ispettorato Generale per gli Ordinamenti del Personale

e l'Analisi dei Costi del Lavoro Pubblico

Uffici III, V, VI

Circolare N. 19

Roma, 24 aprile 2007

Prot. N. 56969

Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Segretariato generale

A tutti i Ministeri:
- Gabinetto
- Direzione generale affari generali e del personale

Al Direttore dell'Agenzia del Demanio

Al Direttore dell'Agenzia delle Dogane

Al Direttore dell'Agenzia delle Entrate

Al Direttore dell'Agenzia del Territorio

Al Consiglio di Stato
- Segretariato generale

All'Avvocatura Generale dello Stato - Segretariato generale

Alla Corte dei Conti
- Segretariato generale

Al Consiglio Superiore della Magistratura Segretariato generale

Alle Aziende autonome ed amministrazioni autonome dello Stato

Ai Commissari del Governo presso le regioni e le province autonome

Ai Presidenti degli Enti pubblici non economici

Ai Presidenti degli Enti di ricerca

Ai Rettori delle università e delle Istituzioni universitarie

Ai Presidenti delle Regioni a statuto ordinario e a statuto speciale ed ai Presidenti delle Province autonome

Ai Presidenti degli Enti pubblici non economici dipendenti dalle regioni a statuto ordinario

Ai Presidenti delle Aziende pubbliche di servizi assistenziali (ex IPAB)

Ai Presidenti delle Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza che svolgono funzioni sanitarie (ex IPAB)

Alle Università agrarie ed Associazioni agrarie dipendenti dagli enti locali

Ai Presidenti delle Province

Ai Sindaci dei Comuni

Ai Presidenti delle Unioni di comuni

Ai Presidenti delle Comunità montane

Ai Presidenti delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura

Agli Istituti autonomi case popolari

Ai Direttori generali delle Aziende sanitarie e ospedaliere

Ai Presidenti degli Enti del Servizio sanitario nazionale

All'Agenzia per i servizi sanitari regionali

Alle Agenzie regionali sanitarie

Alle Autorità di Bacino

All'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (A.Ra.N.)
- Ufficio del Personale

All'Agenzia autonoma per la gestione dell'albo dei Segretari comunali e provinciali

Alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale (SSPAL)

Al Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro
- Segretariato generale

All'E.N.E.A.

All'E.N.A.C.

All'UNIONCAMERE

All'A.S.I.

Alle Aziende Territoriali per l'Edilizia Residenziale (ATER)

Agli Enti per l'Edilizia residenziale

Ai Presidenti delle Autorità indipendenti e degli altri organismi di regolazione e vigilanza

Ai Servizi di controllo interno o Nuclei di valutazione presso le amministrazioni pubbliche

Agli Uffici Centrali del Bilancio presso i ministeri

Agli Uffici Centrali di Ragioneria presso le aziende autonome

Alle Ragionerie provinciali dello Stato

Ai Presidenti dei Collegi dei revisori dei conti presso gli Enti

Ai rappresentanti del Ministero dell'economia e delle finanze in seno ai Collegi dei revisori dei conti presso gli Enti

e, per conoscenza:

Alla Presidenza Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la funzione pubblica
- Dipartimento per gli affari regionali

Alla Segreteria della Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le regioni e le province autonome

Alla Segreteria della Conferenza Stato - Città - Autonomie locali

Al Ministero dell'Interno
- Direzione generale per l'amministrazione civile

- Ai Commissari del Governo per le Regioni a statuto speciale

Ai Prefetti dei capoluoghi regionali

Al Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro
- Presidenza

Alla Corte dei conti
- Servizio rapporti al Parlamento

All'A.Ra.N.
- Presidenza

ALL'ISTAT
- Presidenza

Agli Assessori alla sanità delle Regioni

All'A.N.C.I

All'U.P.I.

All'U.N.C.E.M.

All'Unioncamere

Ai Dipartimenti e agli Uffici Dirigenziali generali del Ministero dell'economia e delle finanze

 

Oggetto: Rilevazioni previste dal titolo V del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 - Il conto annuale e la relazione allegata sulla gestione - Anno 2006. Il monitoraggio della spesa del personale - Anno 2007.

Il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ai sensi del titolo V del D. Lgs. 30 marzo 2001 n. 165, effettua una serie di rilevazioni di dati statistici relativi al personale dipendente dalle pubbliche amministrazioni.

La presente circolare, emanata d'intesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica, reca le necessarie istruzioni per l'inserimento delle informazioni richieste nel sistema informativo costituente la banca dati del personale (SICO - Sistema Conoscitivo del personale dipendente dalle amministrazioni pubbliche).

L'insieme delle rilevazioni disciplinate dalla presente circolare consente in particolare:

- al Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato di attuare, con riferimento al mondo del lavoro pubblico, i propri compiti di controllo e monitoraggio degli andamenti di finanza pubblica.. Attraverso le informazioni rilevate dalla Ragioneria generale dello Stato;

- agli altri soggetti istituzionali, che ne sono destinatari ai sensi del titolo V del d. lgs. n. 165/2001 (Dipartimento della funzione pubblica, Corte dei conti, Parlamento), di effettuare, per lo svolgimento delle funzioni di rispettiva competenza, analisi delle dinamiche occupazionali e di spesa del personale delle pubbliche amministrazioni.

Tale patrimonio conoscitivo costituisce inoltre punto di riferimento per le quantificazioni degli oneri per i rinnovi contrattuali da parte dei Comitati di settore (art. 1, comma 186, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 e art. 1, comma 556 della legge 27 dicembre 2006, n. 296).

I dati di monitoraggio e di consuntivo, trasmessi dalle amministrazioni ai sensi del titolo V del d. lgs. n. 165/2001, fanno inoltre parte dei flussi informativi del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN).

 

Rilevazioni oggetto della presente circolare

Conto annuale (consuntivo spesa anno 2006)

L'invio dei dati relativi all'anno 2006, pur avvenedo in una sostanziale invarianza della struttura della rilevazione rispetto all'anno 2005, sia nei contenuti che nella modulistica, presenta alcune significative innovazioni:

  • nelle variabili rilevate: per rispondere a specifiche esigenze conoscitive è stato previsto un maggior dettaglio nella rilevazione delle assenze del personale (tabella 11);
  • nelle modalità di acquisizione dei dati: al fine di facilitare le operazioni e ridurre i tempi di invio dei dati sono state predisposte nuove maschere di acquisizione. E' stata inoltre prevista la possibilità di acquisire direttamente nel sistema SICO il kit di tabelle in formato excel normalmente utilizzato per la predisposizione dei dati
  • nei controlli: controllo on line delle squadrature e introduzione delle nuove incongruenze 5 e 6;
  • nelle interfacce grafiche per la comunicazione dei dati che sono state radicalmente rinnovate per semplificare quanto più possibile le operazioni di inserimento dei dati. Per maggiore dettaglio si rinvia alle istruzioni specifiche della Sezione Informazioni operative.

2) Relazione allegata al conto annuale (consuntivo attività anno 2006)

L'invio dei dati relativi all'anno 2006 avverrà in una sostanziale invarianza della struttura della rilevazione rispetto all'anno 2005, nei contenuti, nella modulistica e nelle modalità di invio.

3) Indagine congiunturale su base censuaria mensile (monitoraggio anno 2007)

Il monitoraggio mensile delle spese del personale dipendente dalle amministrazioni pubbliche, che già si avvale del trasferimento di flussi da parte di alcuni sistemi informativi (Service Personale Tesoro- SPT per l'Amministrazione centrale dello Stato, S.I. Guardia di Finanza, S.I. Polizia Penitenziaria, S.I. Polizia di Stato) è in fase di sviluppo anche nei confronti di altre Istituzioni (es.: Ministero Difesa per il personale non amministrato da SPT - art. 1, comma 447, secondo periodo della legge n. 296/2006).

4) Indagine congiunturale campionaria trimestrale (monitoraggio anno 2007)

Per l'anno 2007 partecipano all'indagine congiunturale, comportante l'invio con cadenza trimestrale di dati mensili relativi all'andamento delle spese e dell'occupazione, le seguenti tipologie di enti:

Comuni (limitatamente ad un campione formato da 836 enti);

Province;

Comunità montane;

Aziende Sanitarie ed Ospedaliere;

Istituti di Ricoveri e Cura a Carattere Scientifico;

Policlinici universitari

 

 

Termini e modalità di invio dei dati

1) Conto annuale (consuntivo spesa anno 2006)

Dal 26 aprile al 31 maggio 2007 (per tutte le Istituzioni).

I dati vanno inviati mediante immissione diretta dei dati in SICO - sistema gestionale. Nel caso in cui le informazioni in oggetto siano accentrate, per più Enti, in un unico sistema informativo, le stesse possono essere trasmesse con FTP (File Transfer Protocol) nel rispetto del protocollo di colloquio definito con l'assistenza tecnica del sistema informativo SICO. A tal fine deve essere inviata un'apposita richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: assistenza.sico@tesoro.it. Le Istituzioni che si avvalgono di tale opportunità restano comunque responsabili dell'invio dei dati, dell'osservanza dei termini e della rettifica delle informazioni in caso di evidenziazione di anomalie ed incongruenze in sede di validazione dei medesimi.

2) Relazione allegata al conto annuale (consuntivo attività anno 2006)

Dal 2 luglio al 15 settembre 2007 (tramite SICO per Comuni e Unioni dei Comuni e tramite NSIS per le ASL/AO mediante utilizzo della prevista procedura informatica);

Dal 2 luglio al 15 settembre 2007 per le rimanenti Istituzioni che debbono inviare per posta elettronica, agli indirizzi riportati nella sezione "Consuntivo attività", esclusivamente una relazione illustrativa sui risultati della gestione.

Per i Ministeri, le Agenzie fiscali e la Presidenza del Consiglio dei Ministri i termini di invio sono così fissati:

- dal 26 aprile all' 11 maggio 2007: i referenti amministrativi verificano nel sistema SICO le strutture organizzative; effettuano eventuali variazioni intervenute stesse, nella classificazione delle attività utilizzata per la rilevazione 2005 e ne verificano la corretta associazione con le unità organizzative (UO).

- dal 14 maggio al 30 giugno 2007: inizia la rilevazione vera e propria mediante inserimento nel sistema SICO dei dati relativi al personale ed alle attività svolte.

3) Indagine congiunturale su base censuaria mensile (monitoraggio anno 2007)

Invio mensile, entro la fine del mese successivo a quello di riferimento.

Le informazioni vengono inviate con FTP nel rispetto del protocollo di colloquio concordato con l'assistenza tecnica di SICO .

4) Indagine congiunturale campionaria trimestrale (monitoraggio anno 2007)

Particolari modalità di invio dei dati

Ministeri

In considerazione del recente riordino delle attribuzioni, il Ministero del Commercio Internazionale, il Ministero dei Trasporti, il Ministero dell'Università e della Ricerca ed il Ministero della Solidarietà sociale provvedono ad individuare uno o più referenti che si occuperanno delle attività di coordinamento all'interno del proprio ministero e dei rapporti con il Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato rispettivamente per le rilevazioni "Conto annuale" e "Relazione allegata al conto annuale". Poiché la rilevazione per l'anno 2006 terrà conto delle strutture preesistenti, tali nuovi referenti affiancheranno nel lavoro quelli esistenti rispettivamente nel Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero delle Infrastrutture, Ministero della Pubblica Istruzione, Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali provvede ad individuare dei referenti da affiancare al referente che coordina le attività dell'Ispettorato centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari.

Enti del Servizio Sanitario Nazionale

Gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale inviano i dati del conto annuale, della relazione sulla gestione e dell'indagine congiunturale trimestrale, tramite il Nuovo Sistema informativo sanitario - N.S.I.S.. Tale procedura è stata definita nell'ambito del protocollo d'intesa tra il Ministero dell'economia e delle finanze ed il Ministero della salute, sulla base di quanto concordato dal Gruppo di lavoro costituito su richiesta della Commissione permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni. I dati di spesa comunicati, relativi al conto annuale ed all'indagine congiunturale trimestrale, devono essere riferiti alla "competenza economica", al fine di allineare il conto annuale alla specifica contabilità utilizzata dalle aziende stesse.

Fanno eccezione gli Istituti zooprofilattici sperimentali e l'Ospedale Galliera di Genova, le Agenzie Regionali per la Protezione dell'Ambiente (ARPA), le Residenze sanitarie assistite (RSA) e l'Agenzia per i servizi sanitari regionali (ASSR) che seguono la procedura d'invio definita per la generalità delle altre Istituzioni (immissione diretta dei dati in SICO). Per tali Istituzioni i dati saranno riferiti alla "competenza economica" solo se adottata nella contabilità degli Enti stessi.

Regioni a statuto speciale e Province autonome (ed altre Istituzioni presenti sul territorio)

L'acquisizione delle informazioni del Conto annuale (Consuntivo spesa - anno 2006) riguarda, nel rispetto dell'autonomia regionale, anche le Regioni a statuto speciale, in relazione all'aspetto conoscitivo che riveste la rilevazione (Corte Costituzionale sentenza n. 359, del 30 luglio 1993).

Le Istituzioni presenti sul territorio delle Regioni a statuto speciale e delle Province autonome di Trento e Bolzano, indicate nel "Quadro riepilogativo degli Enti tenuti all'invio dei dati" della sezione Conto annuale (Consuntivo spesa - anno 2006), inviano i dati del conto annuale con il contratto regionale o provinciale di riferimento e con le medesime procedure d'invio e termini di scadenza previsti per la generalità delle altre Istituzioni. Per i Comuni e le Unioni dei Comuni sussiste anche l'obbligo di invio della relazione sulla gestione (Consuntivo attività - anno 2006).

Enti con sede nelle Regioni Toscana e Veneto ed Enti associati con ANCI, UPI, UNCEM

I "protocolli di collaborazione" sottoscritti dalla Ragioneria Generale dello Stato con le Regioni Toscana e Veneto e con le Associazioni degli enti territorialmente competenti (A.N.C.I., U.P.I., UNCEM) prevedono il coinvolgimento delle parti sottoscriventi nella fase di verifica ed analisi dei dati acquisiti.

Enti di cui agli artt. 60 comma 3, e 70 comma 4, del D. Lgs. n. 165/2001

Per gli enti indicati negli artt. 60, comma 3, e 70, comma 4, del D. Lgs. n. 165/2001, riportati nel "Quadro riepilogativo degli Enti tenuti all'invio dei dati" riportato nella sezione Conto annuale (Consuntivo spesa - anno 2006), e per le "Autorità Indipendenti" vengono adottate le stesse procedure di invio del conto annuale e i termini di scadenza validi per la generalità delle istituzioni.

Istruzioni e modulistica

I modelli di rilevazione relativi al conto annuale, alla relazione allegata ed al monitoraggio (indagine congiunturale campionaria trimestrale) sono disponibili esclusivamente in formato elettronico, nel sito internet del Ministero dell'economia e delle finanze al seguente indirizzo: www.HomePageSico.mef.gov.it. Nello stesso sito la presente circolare è consultabile in modalità web e PDF.

Il conto annuale, la relazione allegata e l'indagine congiunturale campionaria trimestrale non vanno inviati in forma cartacea a nessuna delle Istituzioni coinvolte (Uffici centrali del bilancio presso i Ministeri, Ragionerie Provinciali dello Stato, Corte dei conti e Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la Funzione Pubblica) che accedono ai dati acquisiti attraverso il sistema informativo SICO.

Assistenza amministrativa e tecnica

Sito Internet

Nel sito Internet del Ministero dell'Economia e delle Finanze (www.HomePageSico.mef.gov.it) è presente un corso di auto-apprendimento sulle funzionalità di sistema per acquisire le necessarie competenze sull'utilizzo dell'applicazione SICO. Sullo stesso sito saranno presenti, altresì:

le risposte alle domande più frequenti poste dalle Istituzioni tenute all'invio dei dati;

ogni altra informazione o comunicazione utile alla rilevazione.

Help Desk

Come per le scorse rilevazioni, sarà assicurata, attraverso un servizio di help desk, l'assistenza necessaria per la soluzione delle problematiche tecniche ed amministrative connesse alla rilevazione. Nella sezione "Istruzioni operative" sono indicati i numeri telefonici e gli indirizzi di posta elettronica cui fare riferimento. Ulteriori informazioni sull'attività di assistenza saranno rese note nel corso della rilevazione sul sito internet allo specifico indirizzo sopra riportato.

Responsabile del procedimento amministrativo - Sanzioni

Si considera come responsabile del procedimento amministrativo, ai fini dell'invio dei dati del Conto Annuale e della Relazione e del monitoraggio mensile , il Dirigente/Funzionario preposto all'unità organizzativa, individuato dall'ente ai sensi dell'art. 4 comma 1 della Legge n. 241/90 e successive modificazioni. In assenza di tale informazione, sarà ritenuto responsabile, l'Organo di rappresentanza dell'Istituzione stessa (Sindaco, Presidente, Direttore Generale). Il responsabile del procedimento, da individuare nella Scheda Informativa n. 1, è tenuto altresì alla sottoscrizione dei modelli di rilevazione.

Nel precisare che il conto annuale fa parte dei flussi informativi del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN) e ribadendo l'importanza che esso assume per l'attività delle amministrazioni e, più in generale, del Governo, si richiama la diretta responsabilità della dirigenza delle Istituzioni anche in relazione agli effetti che possono derivare alla gestione finanziaria in caso di inadempienza. In particolare si rammentano le seguenti sanzioni:

sospensione dei versamenti a carico del bilancio dello Stato in favore degli enti, prevista dall'art. 60, comma 2, del D. Lgs. n. 165/2001 e art. 30, comma 11, della legge 5.8.1978, n. 468, e successive modificazioni;

misure amministrative pecuniarie previste dagli articoli 7 e 11 del D. Lgs. n. 322 del 6.9.1989, applicabili non solo in caso di inadempienza ma anche nel caso in cui le informazioni fornite risultino incomplete e/o chiaramente inattendibili. Tali misure sono applicabili sia nei confronti dell'Istituzione (da 516,46 euro a 5164,57 euro) che nei confronti del responsabile del procedimento (da 206,58 euro a 2065,83 euro).

La puntuale osservanza delle istruzioni impartite con la presente circolare eviterà l'attivazione della procedura che comporta la dichiarazione di inadempienza, subito dopo le scadenze dei termini sopra indicati.

Organi di controllo interno

Il Presidente dell'organo di controllo (collegio dei revisori, collegio sindacale ecc.) deve sottoscrivere, unitamente al responsabile del procedimento amministrativo individuato dall'Istituzione, il conto annuale apponendo la firma sul frontespizio della stampa dell'intero modello "certificato", al fine di attestare la conformità dei dati immessi nel sistema con le scritture amministrative e contabili.

A decorrere dalla rilevazione 2005, il sistema SICO rilascia la certificazione del conto annuale solo in assenza di squadrature (processo descritto dettagliatamente nella parte relativa alle informazioni operative). Pertanto, per poter firmare il modello "certificato" è necessario avere rimosso le squadrature presenti nei dati.

L'organo di controllo interno indicato all'art. 48, comma 6, del D. Lgs. n. 165/2001, è tenuto altresì all'invio delle specifiche informazioni sulla contrattazione integrativa di Ente, come previsto dall'art. 40 bis, comma 2, del medesimo D. Lgs. n. 165/2001. A tal fine è presente nel conto annuale, una specifica scheda informativa per ciascun contratto integrativo sottoscritto, che prevede una sezione della cui compilazione è responsabile il predetto organo di controllo.

Revisori dei conti del Ministero dell'economia e delle finanze

Considerata la rilevanza del conto annuale e della relazione sulla gestione, ai fini dell'espletamento del-le funzioni di monitoraggio e verifica del costo del personale e di analisi dei risultati, i revisori dei conti designati o autorizzati all'incarico dal Ministero dell'economia e delle finanze, interverranno tempestiva-mente presso gli Enti sottoposti al loro controllo per accelerare l'invio delle rilevazioni e per garantire la qualità del dati trasmessi.

In caso di accertamento di situazioni di ritardo negli adempimenti suddetti, i revisori provvederanno alle necessarie segnalazioni alle competenti strutture del Dipartimento RGS (Uffici centrali di bilancio e Ragionerie Provinciali dello Stato) al fine di poter attivare le conseguenti iniziative.

Uffici Centrali del Bilancio e Ragionerie Provinciali

Gli Uffici Centrali del Bilancio e le Ragionerie provinciali (uffici di controllo di I livello) svolgeranno compiti di controllo, sollecitando le Istituzioni di propria competenza nella fase di acquisizione e di rettifica dei dati provvedendo alla loro "validazione" secondo specifiche modalità che saranno indicate con successive comunicazioni.

Gli Uffici Centrali del Bilancio e le Ragionerie Provinciali assicureranno ogni possibile collaborazione alle amministrazioni interessate, dando il massimo contributo per evitare inadempienze e per assicurare la congruità dei dati e la corrispondenza degli stessi con le risultanze contabili.

Le Ragionerie Provinciali dello Stato inoltrano al Prefetto del capoluogo di Regione, nell'esercizio delle funzioni di Commissario del Governo (e al Commissario di Governo per le Regioni a statuto speciale), la comunicazione concernente le Istituzioni territoriali inadempienti alle date di scadenza riportate nel precedente paragrafo "Termini e modalità di invio dei dati".

Commissari del Governo

L'articolo 62 del D. Lgs. n. 165/2001 prevede, in materia di controllo del costo del lavoro pubblico, la competenza specifica del Commissario del Governo, la cui azione nei confronti degli enti territoriali si è rivelata particolarmente preziosa nel corso delle precedenti rilevazioni. Tale funzione viene svolta, in applicazione del D.P.R. n. 287 del 17.05.2001 (articolo 2, commi 1 e 2) dal Prefetto del capoluogo regionale il quale, ai sensi della normativa vigente e nell'esercizio delle proprie competenze, come ridefinite dall'art. 10 della Legge 5 giugno 2003, n. 131, solleciterà, su segnalazione delle competenti Ragionerie provinciali dello Stato, le Istituzioni territoriali che risultano inadempienti - o che inoltrano dati incompleti od errati - a trasmettere le informazioni richieste sulla base delle indicazioni contenute nella presente circolare.