Roma, 19 novembre 2017, ore 07.57
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Circolari

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Circolari > 2007 > Circolare del 26 ottobre 2007 n. 33

Contributo unificato di iscrizione a ruolo - Modalità di rimborso

L'articolo 9 della legge 21 dicembre 1999, n. 488 (legge finanziaria 2000) ha istituito il contributo unificato di iscrizione a ruolo, sostituendo una serie di tributi e diritti precedentemente dovuti in relazione alla maggior parte dei processi giurisdizionali.

La disciplina del predetto contributo unificato, entrata effettivamente in vigore il 1° marzo 2002, è ora contenuta nel decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, recante il Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia.

Tuttavia, né il citato Testo unico, né altra disposizione in materia hanno espressamente considerato l'eventualità di un rimborso del contributo unificato, al quale la Corte Costituzionale, per inciso, ha riconosciuto natura di tributo.

Ciò ha comportato, stante anche l'implicazione di varie Amministrazioni dello Stato, difficoltà procedimentali e potenziali conflitti di competenza in merito alla trattazione delle istanze di rimborso prodotte dai contribuenti interessati.

La presente circolare - frutto di un lungo lavoro interistituzionale preparatorio e condivisa dal Consiglio di Stato, dal Ministero della Giustizia, dall'Agenzia delle Entrate nonché dal Dipartimento per le Politiche Fiscali - nel superare le differenti prassi sinora seguite dai vari uffici coinvolti, si prefigge l'obiettivo di ovviare a tali difficoltà, diramando istruzioni operative in ordine al procedimento di rimborso del contributo unificato.

In particolare, sono tracciate le modalità di presentazione delle istanze di rimborso, nonché definite le procedure di controllo, liquidazione e pagamento che gli uffici competenti dovranno seguire. Parimenti, sono pure affrontate le ipotesi di recupero delle somme erroneamente rimborsate e di un possibile contenzioso. Detta circolare è poi corredata di alcuni allegati relativi a fac-simile di modulistica appositamente predisposta, al fine di offrire un supporto orientativo alla platea dei soggetti interessati (uffici e contribuenti).