Roma, 22 novembre 2017, ore 04.36
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Circolari

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Circolari > 2009 > Circolare del 5 giugno 2009 n. 21

Previsioni di bilancio per l’anno 2010 e per il triennio 2010 – 2012. Budget per l’anno 2010.

Nella circolare sono indicati i criteri generali che dovranno seguire le Amministrazioni centrali per effettuare le loro proposte relative al bilancio per l'anno 2010 e per il triennio 2010 - 2012.

Il disegno di legge di bilancio per l'anno 2010 e per il triennio 2010-2012 dovrà essere definito nel presupposto del raggiungimento degli obiettivi che il Paese sarà chiamato ad assumere in sede europea con il Patto di stabilità.

Le Amministrazioni dovranno effettuare le proposte articolandole puntualmente per ciascuno degli anni del bilancio triennale (2010 - 2012). In linea generale, per le risorse qualificate "rimodulabili", non predeterminate per legge, sarà possibile procedere alla loro rimodulazione tra i programmi di spesa di una stessa missione - nell'ambito del plafond stabilito per ogni missione dalla legge di approvazione del bilancio dello Stato per l'anno finanziario 2009 e bilancio pluriennale per il triennio 2009 - 2011. Per quanto riguarda le risorse "non rimodulabili" le Amministrazioni potranno formulare le proposte di previsione indicando gli importi rideterminati per effetto dei meccanismi o parametri che regolano la loro evoluzione. Ad esse è consentito proporre la ricollocazione tra i programmi di una missione delle predette risorse ove ciò risultasse necessario per migliorare la loro distribuzione tra i programmi medesimi.

Le note preliminari degli stati di previsione dovranno essere acquisite on line sul sito RGS. In apposita nota tecnica, sono fornite anche le istruzioni per la formulazione del budget economico 2010. Ciascuna amministrazione entro il 6 luglio 2009 dovrà trasmettere le proposte di previsione di bilancio ed inserire e validare i dati del budget economico.