Roma, 21 novembre 2017, ore 23.50
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Circolari

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Circolari > 2012 > Circolare del 2 maggio 2012, n. 16

Il conto annuale 2011 - rilevazione prevista dal Titolo V del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165

La Ragioneria Generale dello Stato pubblica la circolare n. 16 del 2 maggio 2012 contenente le istruzioni per l’acquisizione nel sistema informativo SICO dei dati di organico e di spesa del personale dipendente dalle pubbliche amministrazioni per l’anno 2011 (conto annuale).

La rilevazione in oggetto fa  parte dei flussi informativi del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN) e coinvolge circa 10.000 Istituzioni pubbliche per le quali l'invio dei dati è obbligatorio.

Le informazioni acquisite attraverso il conto annuale consentono:

  • alla Corte dei Conti di predisporre il referto sul costo del lavoro da presentare al Parlamento ai sensi dell'art. 60 del d.lgs. n. 165/2001 – comprensivo anche del monitoraggio della contrattazione integrativa previsto all’art. 40 bis dello stesso d.lgs. 165 – e di utilizzare le informazioni raccolte per le attività di certificazione degli oneri contenuti nelle relazioni tecniche dei contratti collettivi di lavoro del pubblico impiego stipulati dall’ARAN e dal Governo stesso;
  • al Governo di adottare decisioni di finanza pubblica in tema di pubblico impiego e di quantificare gli oneri dei contratti  e degli incrementi retributivi del personale statale non contrattualizzato;
  • all’ARAN di quantificare gli oneri per i rinnovi contrattuali e di predisporre il rapporto sull’evoluzione delle retribuzioni di fatto dei pubblici dipendenti;
  • all’ISTAT di predisporre le statistiche sul pubblico impiego;
  • ad altri Organismi pubblici di utilizzare per fini conoscitivi i dati pubblicati sul web;
  • al Parlamento di verificare le relazioni tecniche dei provvedimenti legislativi sul pubblico impiego;
  • al Ministero dell’Interno di predisporre le elaborazioni previste dal d.lgs. 267/2000, articolo 95, in materia di Censimento degli Enti locali;
  • al Ministero della Salute di predisporre le elaborazioni di competenza sui dati di specifico interesse.