Roma, 19 novembre 2017, ore 02.22
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Gemellaggi e cooperazioni internazionali

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Comunicazione RGS > Gemellaggi e cooperazioni internazionali > I progetti di gemellaggio della RGS > Progetto di Gemellaggio con il Ministero delle Finanze della Repubblica di Bulgaria: "Building up Integrated State Treasury in the Ministry of Finance" (BG 04 IB FI 09)

Comunicazione RGS Gemellaggi e cooperazioni internazionali I progetti di gemellaggio della RGS Progetto di Gemellaggio con il Ministero delle Finanze della Repubblica di Bulgaria: "Building up Integrated State Treasury in the Ministry of Finance" (BG 04 IB FI 09)

Progetto di Gemellaggio con il Ministero delle Finanze della Repubblica di Bulgaria: "Building up Integrated State Treasury in the Ministry of Finance" (BG 04 IB FI 09)

Questo progetto, finanziato dalla Commissione Europea tramite il programma PHARE 2004, è stato assegnato al Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato nel mese di novembre 2005. Dopo gli incontri preliminari necessari alla stesura del Covenant , le attività ufficiali sono state avviate nel mese di febbraio 2006 e si sono concluse nel mese di dicembre 2007.

Obiettivo del progetto è stato lo sviluppo e il rafforzamento delle capacità istituzionali del Ministero delle Finanze della Repubblica di Bulgaria e, in particolare, il miglioramento delle funzioni della Tesoreria di Stato, per assicurare una efficiente gestione dei flussi di finanza pubblica e dei fondi nazionali ed europei in linea con le migliori pratiche attualmente in uso negli Stati Membri dell'Unione Europea.

Collocata all'interno dello stesso Ministero delle Finanze, la Tesoreria di Stato è l'organo istituzionalmente preposto in Bulgaria alla gestione dei flussi di finanza pubblica, con un ruolo chiave nella formulazione ed esecuzione del bilancio dello Stato e nella gestione dei fondi pubblici ed europei.

La struttura del progetto ha previsto una suddivisione delle attività in tre diverse Componenti incentrate rispettivamente sull'organizzazione funzionale della Tesoreria, sulla formazione del personale e sul quadro legislativo di riferimento per il nuovo modello di Tesoreria.

La Componente 1 (Further development of functional organization) si è basata in primo luogo su una approfondita revisione della situazione organizzativa e funzionale della Tesoreria di Stato al momento dell'avvio del progetto, che è sfociata in un documento di analisi e commento sui punti di forza e di debolezza e sulle opportunità e criticità della situazione stessa, denominato SWOT (Strengths & Weaknesses, Opportunities & Threats) .

Il 6 e il 7 di giugno 2006 si è tenuto a Sofia un seminario sulle migliori pratiche nei paesi europei, nel corso del quale sono stati presentati i sistemi di tesoreria di dodici paesi europei, con partecipazione diretta di rappresentanti dei paesi interessati (Germania, Lettonia, Belgio) o attraverso contributi trasmessi dalle istituzioni contattate (Austria, Finlandia, Grecia, Irlanda, Lituania, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia).

Queste due attività hanno costruito le premesse per l'elaborazione di un modello formale a cui fa ora riferimento il Ministero delle Finanze di Bulgaria per l'organizzazione funzionale della propria Tesoreria di Stato. Il documento che espone tale modello (Concept for an optimized model of State Treasury) è stato redatto nel corso dei primi mesi del 2007 e approvato dal Ministro delle Finanze nel mese di maggio.

La Componente 2 (Administrative capacity development) mirava a sviluppare le capacità professionali. Un questionario costruito appositamente per il personale compilato da circa quaranta funzionari e dirigenti della Tesoreria ha consentito di evidenziare e valutare le necessità e i bisogni formativi del personale stesso. Sulla base delle informazioni così ricavate si è realizzato un ciclo di seminari svoltisi a Sofia tra il dicembre 2006 e giugno 2007su un ampio ventaglio di argomenti: procedure per deficit eccessivo, gestione del debito pubblico, gestione di cassa, regolamentazione dei mercati finanziari, fondi strutturali europei, SIOPE (Sistema Informativo delle Operazioni degli Enti Pubblici), controllo di gestione, conti consolidati delle pubbliche amministrazioni. Questa attività formativa ha coinvolto oltre 20 esperti italiani appartenenti a diverse istituzioni e circa 80 tra funzionari e dirigenti bulgari.

Le attività della Componente 3 (Legal framework development based on the implementation of the new model of State Treasury organization) si sono concretizzate in un resoconto di analisi e valutazione sul quadro legale, normativo e regolamentare del sistema di Tesoreria bulgaro al momento dell'avvio del progetto, sulla base del quale è stato redatto un memorandum che indica le opportune e convenienti revisioni da apportare alla cornice legislativa di riferimento per la Tesoreria stessa.

È opportuno far presente che, vista l'ampia gamma di argomenti trattati nelle diverse Componenti e la pluralità di istituzioni pubbliche fisiologicamente collegate all'attività della Tesoreria di Stato, il progetto nel suo insieme (e in particolare la Componente 2) ha visto la partecipazione attiva, in veste di docenti e di discenti, di diversi rappresentanti dei Dipartimenti del Debito Pubblico, degli Istituti Nazionali di Statistica e delle Banche Nazionali di Bulgaria e Italia.