Roma, 20 novembre 2017, ore 08.55
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Gemellaggi e cooperazioni internazionali

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Comunicazione RGS > Gemellaggi e cooperazioni internazionali > Il programma PHARE e lo strumento di preadesione IPA

IL PROGRAMMA PHARE E LO STRUMENTO DI PREADESIONE IPA

A partire dal 2001, il Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato ha realizzato diversi Progetti di Gemellaggio nell'ambito del Programma PHARE dell'Unione Europea su materie di sua competenza istituzionale quali il bilancio dello Stato, il controllo finanziario, la contabilità pubblica, il bilancio consolidato e i sistemi di tesoreria.

Il programma di aiuto comunitario PHARE (Poland Hungary Aid for the Reconstruction of the Economy) fu istituito con il Regolamento (CEE) n. 3906/89 del Consiglio del 18 dicembre 1989. Destinato in origine al sostegno e alla ricostituzione dell'economia di Polonia e Ungheria, è stato successivamente esteso ad altri Paesi (Albania, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Romania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Repubblica di Macedonia) divenendo il principale strumento della strategia di preadesione all'Unione Europea per gli Stati dell'Europa centrale e orientale (PECO, Paesi dell'Europa Centro Orientale).

Il programma PHARE mirava a:

· rafforzare le strutture istituzionali e amministrative (institution building) dei Paesi beneficiari destinate ad applicare la legislazione comunitaria;

· promuovere la ricezione della legislazione comunitaria nei paesi beneficiari e venire incontro alle esigenze da questi ultimi manifestate nel loro cammino di transizione verso una economia di mercato;

· rafforzare la coesione economica e sociale.

A decorrere da gennaio 2007, lo Strumento di preadesione (IPA, Instrument for Pre-Accession Assistance), istituito con il Regolamento (CE) N. 1085/2006 del Consiglio del 17 luglio 2006, sostituisce il Programma PHARE e una serie di altri programmi e strumenti finanziari dell'Unione europea destinati ai paesi candidati e ai potenziali paesi candidati all'adesione.

Gli interventi previsti nell'ambito dell'IPA possono interessare il sostegno alla transizione, il rafforzamento delle istituzioni, la cooperazione transfrontaliera, lo sviluppo regionale, le risorse umane e lo sviluppo rurale.