Roma, 19 novembre 2017, ore 12.59
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Gemellaggi e cooperazioni internazionali

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Comunicazione RGS > Gemellaggi e cooperazioni internazionali > Selezione di esperti per i progetti di gemellaggio > La figura professionale del Resident Twinning Advisor ( RTA )

La figura professionale del Resident Twinning Advisor (RTA)

L'RTA è, insieme al Project Leader, la figura più importante nella realizzazione di un progetto di gemellaggio in quanto, lavorando presso l'amministrazione gemellata per l'intera durata del progetto (da un minimo 12 mesi a un massimo di 36 mesi), ha il compito di coordinare le attività nel Paese beneficiario e di fornire assistenza all'amministrazione estera per garantirne il rafforzamento istituzionale.

Al candidato RTA è richiesta una approfondita conoscenza ed esperienza nel settore dell'acquis comunitario considerato nella fiche di progetto. A titolo indicativo, le possibili aree di competenza relative a progetti gestiti dal Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato potranno essere:

  • politiche, processi e adempimenti di bilancio
  • programmazione e gestione delle risorse pubbliche
  • verifica e analisi degli andamenti della spesa pubblica
  • consolidamento dei bilanci pubblici
  • controllo della spesa, controllo interno e di gestione
  • gestione di Tesoreria

I compiti dell'RTA

Al fine di coordinare nel Paese beneficiario le attività del progetto di gemellaggio, l'RTA è distaccato presso l'amministrazione estera per un periodo di almeno 12 mesi (e non superiore ai 36 mesi) con un impegno a tempo pieno, in base all'Accordo quadro stipulato con la Commissione europea.

Oltre a quanto previsto dal Manuale sui gemellaggi, gli impegni e i doveri dell'RTA, così come i suoi benefici, sono analiticamente descritti nel contratto di gemellaggio, firmato all'inizio del progetto tra Paese beneficiario, Stato membro e Commissione europea, in relazione alle attività e agli scopi progettuali.

L'RTA, in vista del progetto, riceverà una formazione specifica a Bruxelles, organizzata e finanziata dalla Commissione europea, che lo prepari adeguatamente alla gestione del progetto e favorisca la buona riuscita dello stesso.

La retribuzione, le indennità e i rimborsi dei costi sostenuti dal RTA sono stabiliti, in linea con i criteri fissati dall'Unione Europea, nel budget del progetto di gemellaggio e finanziati integralmente dalla Commissione Europea.

Requisiti

I requisiti minimi per lo svolgimento della funzione di RTA sono:

  • Diploma di laurea
  • Esperienza pluriennale (di regola almeno 3 anni) nel settore amministrativo-scientifico rilevante per il progetto, preferibilmente acquisita come impiegato presso una pubblica amministrazione (i curriculum vitae di esperti del settore privato saranno comunque attentamente considerati in relazione all'esperienza)
  • Ottima conoscenza della lingua inglese (o della lingua francese per i progetti in ambito MEDA)
  • Disponibilità al trasferimento presso il Paese beneficiario per un periodo di almeno 12 mesi
  • È inoltre richiesta una buona capacità gestionale e attitudine alle relazioni internazionali.