Roma, 24 novembre 2017, ore 14.03
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

FAQ

Ti trovi in: Home Versione Italiana > FAQ > La relazione allegata al Conto annuale - FAQ > La relazione allegata al Conto annuale - Enti locali



La relazione allegata al Conto annuale - FAQ - Enti locali
Domanda n. 1:

Vorrei avere un chiarimento in merito al prodotto “N. di opere pubbliche realizzate con collaudo effettuato al 31/12” (Area operativa: Servizi erogati alla collettività/ Area d’intervento: Lavori pubblici). Devo indicare soltanto quei lavori al termine dei quali è stato redatto un certificato di collaudo oppure devo riportare anche quelle opere per le quali è stato rilasciato un certificato di regolare esecuzione?

Risposta:

Il Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi, forniture, all’art.141 stabilisce che al termine della realizzazione di opere pubbliche venga eseguito un collaudo finale da effettuarsi entro e non oltre sei mesi dall’ultimazione dei lavori (salvo casi eccezionali). Lo stesso articolo prevede inoltre che per i lavori di importo superiore a € 500.000 debba essere redatto un certificato di collaudo mentre per i lavori di importo sino a € 500.000 il certificato di collaudo è sostituito con quello di regolare esecuzione. Tanto premesso, si fa presente che il termine “collaudo” utilizzato per il prodotto in questione ha un significato volutamente generico in quanto è inteso a monitorare il numero di tutte le opere pubbliche per le quali sia stato definito entro il 31/12 dell’anno di riferimento (questa volta il 2013) non solo il procedimento di ultimazione dei lavori ma anche quello dell’emissione del relativo certificato di collaudo o di regolare esecuzione. A partire dall’emissione di tali documenti decorre il periodo di tempo previsto dalla legge per il pagamento della rata di saldo dei lavori effettuati.

Vanno, quindi, indicati sia le opere per le quali è stato rilasciato un certificato di collaudo che quelle per le quali sia stato redatto un certificato di regolare esecuzione.

29/04/2014
Domanda n. 2:

Quali sono gli eventi che il mio Comune è tenuto ad indicare alla richiesta: ''N. eventi registrati nel registro stato civile''? (Area Operativa: Servizi per conto dello Stato, autorizzativi e impositivi/ Area d’intervento: Stato civile e anagrafe/Prodotto: N. eventi registrati nel registro di stato civile).

Risposta:
Gli eventi da considerare, come regola generale, sono tutti gli eventi di stato civile avvenuti nel territorio comunale (nascita, matrimonio, morte) riguardanti persone residenti e non residenti. Vanno indicati, altresì, anche quegli eventi verificatisi fuori dal territorio comunale ma riferiti a persone residenti nel comune oggetto di rilevazione.
29/04/2014