Roma, 19 novembre 2017, ore 09.35
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

La Ragioneria Generale dello Stato

Ti trovi in: Home Versione Italiana > La Ragioneria Generale dello Stato

 

 

La Ragioneria Generale dello Stato fu istituita nel 1869 dall'allora Ministro delle finanze Luigi Guglielmo Conte di Cambray Digny.

Essa svolge compiti e funzioni in materia contabile, in quella economica-finanziaria, in materia di riscontro di legalità, di consulenza tecnico-giuridica sull'ordinamento e sul trattamento economico del personale delle amministrazioni pubbliche, di preparazione di documenti da presentare al Parlamento.

L'attività della Ragioneria si svolge, inoltre, anche in campo internazionale, in particolare nell'ambito dei rapporti finanziari con l'Unione Europea, partecipando al processo di formazione, esecuzione e certificazione del bilancio dell'Ue, in particolare quantificando gli oneri a carico della finanza nazionale, e gestendo e monitorando i flussi finanziari con l'Unione europea,

In particolare, ai sensi dell'art. 24, punto b) del D.Lgs. 30-7-1999 n. 300, recante la riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo 11 della L. 15 marzo 1997, n. 59 e pubblicato nella Gazz. Uff. 30 agosto 1999, n. 203, S.O., la Ragioneria Generale dello Stato è oggi un Dipartimento del Ministero dell'Economia e delle Finanze che esercita le funzioni di spettanza statale in materia di politiche, processi e adempimenti di bilancio, con particolare riguardo alla formazione e gestione del bilancio dello Stato, compresi gli adempimenti di tesoreria e la verifica dei relativi andamenti e flussi di cassa, assicurandone il raccordo operativo con gli adempimenti in materia di copertura del fabbisogno finanziario. Inoltre è competente alla verifica della quantificazione degli oneri derivanti dai provvedimenti e dalle innovazioni normative ed al monitoraggio della spesa pubblica, coordinandone e verificandone gli andamenti e svolgendo i controlli previsti dall'ordinamento, ivi comprese le funzioni ispettive ed i controlli di regolarità amministrativa e contabile effettuati, ai sensi della normativa vigente, dagli Uffici centrali del bilancio costituiti presso i Ministeri e dalle ragionerie provinciali dello Stato.

Alla guida della Ragioneria Generale dello Stato è preposto il Ragioniere generale dello Stato che viene nominato dal Governo su proposta del Ministro dell'Economia e delle Finanze. Il Ragioniere Generale dello Stato è la figura che assicura l'unità di indirizzo e il coordinamento delle attività della Ragioneria Generale e del sistema delle Ragionerie da essa dipendenti. Egli ha inoltre la personale responsabilità per l'esattezza e la prontezza delle registrazioni contabili e per l'efficace servizio del riscontro contabile su tutta l'amministrazione dello Stato. Ha anche funzioni consultive per il Ministro dell'Economia e delle Finanze relativamente alla predisposizione di provvedimenti in materia di contabilità.

Il dott. Daniele Franco ricopre attualmente l'incarico di Ragioniere Generale dello Stato dal 20 maggio 2013

La decisione annuale di bilancio e il ciclo dei documenti di finanza pubblica
La decisione annuale di bilancio e il ciclo dei documenti di finanza pubblicaLeggi vai al testo completo: La decisione annuale di bilancio e il ciclo dei documenti di finanza pubblica
RGS comunica
Un canale di accesso privilegiato alle informazioni accessibile sia agli addetti ai lavori (giornalisti, pubbliche amministrazioni, ricercatori in materia di finanza pubblica) sia a tutti i cittadini che desiderino semplicemente...Leggi vai al testo completo: RGS comunica