Roma, 19 novembre 2017, ore 02.26
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

La Ragioneria Generale dello Stato

Ti trovi in: Home Versione Italiana > La Ragioneria Generale dello Stato > Chi siamo > La catena del valore della RGS

LA CATENA DEL VALORE DELLA RGS

La Ragioneria Generale dello Stato non è solo una struttura contabile ma anche un punto di riferimento amministrativo, professionale e tecnologico per il resto della Pubblica Amministrazione. L'evoluzione della Ragioneria segna, quindi, inevitabilmente una tendenza nei comportamenti amministrativi dell'amministrazione pubblica. A tale proposito, il processo di cambiamento ed innovazione è storicamente radicato nella cultura dell'Istituto. Negli ultimi anni, questo processo di rinnovamento ha avuto ulteriori sviluppi in termini di riorganizzazione e informatizzazione dei processi che governano le attività interne ed esterne. Si è prodotto un cambiamento della cultura manageriale dell'Istituto, in particolare, partendo dalla valorizzazione delle quattro macro-attività che compongono la catena del valore della RGS: sono state eliminate le aree ridondanti, si è data maggiore flessibilità agli assetti organizzativi interni favorendo il coordinamento tra le varie strutture ed è stata rafforzata l'interazione con gli interlocutori istituzionali.

L'immagine illustra il diagramma delle quattro macro-attività che compongono la catena del valore della RGS: Supporto all'attività normativa in materia economico-finanziaria e contabile, Predisposizione e Gestione del Bilancio, Vigilanza e Controllo della Gestione delle Risorse Pubbliche, Monitoraggio della Finanza Pubblica.

IL SUPPORTO ALLA ATTIVITÀ NORMATIVA IN MATERIA ECONOMICO-FINANZIARIA E CONTABILE si esplica sia mediante una attività di natura prelegislativa sia mediante attività normativa primaria e secondaria diretta. RGS è tenuta, poi, all'esame di Accordi di programma ed intese istituzionali e molto spesso è chiamata a rispondere a quesiti di natura interpretativa ed applicativa. Di norma, sovrintende alla attività predeliberativa del Cipe e delle Conferenze Stato-regioni e Stato-città. Infine, la Ragioneria Generale indirizza e coordina gli ordinamenti amministrativo contabili in materia di spese dello Stato e degli enti pubblici, di demanio, patrimonio mobiliare ed immobiliare ed entrate dello Stato e degli enti pubblici ed in materia di pubblico impiego ed assetti organizzativi delle amministrazioni pubbliche.

LA PREDISPOSIZIONE E GESTIONE DEL BILANCIO consiste nella predisposizione e gestione del Bilancio Finanziario dello Stato e del Conto del Patrimonio, del Bilancio Economico dello Stato e nella partecipazione alla formazione, esecuzione e certificazione del Bilancio dell'Unione Europea, con la quantificazione degli oneri a carico della finanza nazionale. In quest'ultimo ambito, RGS provvede alla definizione, alla attuazione ed al controllo sulla attuazione delle Politiche comunitarie ed alla gestione del Fondo di Rotazione. RGS provvede infine alla gestione della Tesoreria dello Stato ed a tutti i controlli - preventivi e successivi - circa la legittimità degli atti esecutivi dei Bilanci stessi.

LA VIGILANZA ED IL CONTROLLO DELLA GESTIONE DELLE RISORSE PUBBLICHE consiste nelle attività ispettive di finanza pubblica svolta per competenza diretta o per conto di altre amministrazioni o autorità e nel system audit e controllo sui progetti attraverso i quali vengono utilizzate le risorse UE. Vi è, poi, tutta la attività di vigilanza sugli agenti contabili dello Stato e sulla corretta acquisizione delle entrate, sulla gestione dei beni del demanio pubblico e del patrimonio dello Stato, sulla gestione dei Funzionari delegati e dei Consegnatari. Infine, va evidenziata l'attività di vigilanza sulla gestione degli enti pubblici, da quelli più importanti, come gli enti previdenziali, a quelli più numerosi, come le istituzioni scolastiche.

IL MONITORAGGIO DELLA FINANZA PUBBLICA ha per oggetto le Leggi di spesa settoriali e le risorse destinate alle aree sottoutilizzate, il costo del personale delle amministrazioni pubbliche - ivi comprese le verifiche e gli effetti derivanti dalla contrattazione integrativa -, i programmi comunitari. Inoltre, ai fini del rispetto del Patto di stabilità interno, viene effettuata una continua rilevazione ed analisi dei dati necessari mentre, per verificare l'andamento della spesa sociale, vengono monitorate la spesa sanitaria e quella pensionistica, la spesa per le politiche del lavoro e quella per le politiche assistenziali.

I PROCESSI DI SUPPORTO PER LE ATTIVITÀ DELLA RGS consistono nel porre la centralità della persona a base della proprio politica di gestione delle risorse umane per favorire il benessere individuale e collettivo dei propri dipendenti. Consistono, inoltre, nel porre in atto modelli di condivisione delle informazioni per sviluppare la conoscenza e la partecipazione e far emergere le capacità individuali. In questa ottica, si favorisce l'innovazione attraverso un impegno costante e l'attuazione di modelli organizzativi sempre più efficaci ed efficienti; l'idea del cambiamento come strumento per adeguare l'organizzazione al variare del contesto promuove iniziative di revisione dell'organizzazione dei processi per realizzare una migliore collaborazione tra le strutture operative e raggiungere un migliore standard delle prestazioni. Infine, considerando la tecnologia e l'ulteriore sviluppo delle proprie risorse umane le leve principali per la gestione dell'attuale processo di cambiamento della sua struttura, RGS ha posto al vertice degli obiettivi istituzionali il miglioramento dei sistemi e delle metodologie tecnologiche.