Roma, 18 novembre 2017, ore 22.29
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
Ragioneria Territoriale dello Stato di Ravenna

Dove siamo

Recapiti

Direttore:

Ricevimento del pubblico:

Orari di apertura*
Giorno della Settimana Mattina Pomeriggio
Lunedì 10.00 - 12.00  -  
Martedì 10.00 - 12.00  -  
Mercoledì 10.00 - 12.00  -  
Giovedì 10.00 - 12.00 15.00 - 17.00
Venerdì 10.00 - 12.00  -  

*Nota: il servizio di ricevimento pomeridiano è sospeso dal 15 giugno al 15 settembre.

RICEZIONE DOCUMENTI INFORMATICI:

I. Atti amministrativi soggetti a controllo preventivo e provvedimenti del personale amministrato

I provvedimenti che sono soggetti al controllo preventivo di regolarità amministrativa e contabile ai sensi del D. Lgs. n. 123/2011 e i provvedimenti che comunque agiscono sulla sfera giuridica ed economica del personale amministrato dalla scrivente Ragioneria, inviati per via telematica, tramite posta elettronica certificata rts-ra.rgs@pec.mef.gov.it, devono rispettare le seguenti indicazioni:

A. al fine di agevolare le procedure di protocollazione si prega di inviare una singola mail per ogni provvedimento e si prega di indicare nel campo oggetto: [cognome nome] – [codice fiscale] – [decreto o provvedimento n. del ...] – [natura del provvedimento] – [denominazione amministrazione];

B. i provvedimenti inviati dovranno essere in formato PDF/A e sottoscritti con firma digitale dal responsabile dell’ufficio o da un funzionario delegato per l’apposizione della firma;

C. gli eventuali allegati ai provvedimenti dovranno essere raccolti in un unico file, ugualmente in formato PDF/A, e dovranno recare la loro conformità agli originali detenuti dall’amministrazione. Tale dichiarazione può essere apposta:

  • dal funzionario o dal dirigente della struttura, direttamente sul file mediante firma digitale,
  • oppure in un documento informatico a se stante (o nel decreto stesso) sottoscritto digitalmente nel quale, elencati tutti gli allegati inviati, si attesta la loro conformità agli originali detenuti dall’amministrazione.

Si specifica che non saranno presi in considerazione alcuna, e saranno rinviate al mittente, le mail (anche se provenienti da indirizzo di posta certificata) non conformi alle sopracitate istruzioni con particolare riferimento a quelle relative all’invio di documenti informatici non sottoscritti digitalmente.

II. Istanze e dichiarazioni presentate dal personale amministrato e da altri utenti privati

Le istanze e le dichiarazioni presentate per via telematica alle pubbliche amministrazioni sono valide solamente:

  • se sottoscritte mediante la firma digitale;
  • quando l'autore è identificato dal sistema informatico e quindi se proveniente da un indirizzo di posta istituzionale (ad esempio mario.rossi@istruzione.it);
  • quando le copie delle istanze sono inviate per via telematica unitamente alla copia del documento di identità del sottoscrittore;
  • se trasmesse dall'autore mediante la propria casella di posta elettronica certificata.

Pertanto non saranno prese in considerazione alcuna, e saranno rinviate al mittente (anche a maggior tutela degli stessi interessati), le mail non conformi alle sopracitate istruzioni con particolare riferimento a quelle inviate da indirizzi di posta che non permettono l’identificazione del mittente (es: mariorossi@libero.it o g.verd@gmail.com ecc…) o non accompagnate dalla copia di un valido documento di riconoscimento.

In merito alle domande di ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE si ricorda che è obbligatorio utilizzare gli appositi modelli presenti nel portale NOIPA (all’indirizzo https://noipa.mef.gov.it/web/mypa/modulistica) e che gli stessi, ai sensi del comma 3 del citato articolo 38 del DPR 445/2000, devono essere sottoscritti in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritti e presentati o inviati unitamente a copia del documento di riconoscimento di ciascuno dei sottoscrittori. Saranno pertanto restituite al mittente le istanze non conformi a quanto prescritto.


Cartina dell'Emilia Romagna