Roma, 21 novembre 2017, ore 18.21
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Note brevi

Ti trovi in: Home Versione Italiana > Pubblicazioni > La legge di contabilità e finanza pubblica > L'attività di analisi e valutazione della spesa e il potenziamento del sistema dei controlli di ragioneria

La legge di contabilità e finanza pubblica

L'attività di analisi e valutazione della spesa e il potenziamento del sistema dei controlli di ragioneria

Al fine di potenziare il controllo sulla spesa, di aumentarne la qualità e di rendere maggiormente efficiente l'attività dell'amministrazione pubblica, la legge di riforma prevede la istituzionalizzazione del processo di analisi e valutazione della spesa delle amministrazioni centrali (articolo 39). Tale attività, da realizzarsi in collaborazione tra il Ministero dell'economia e delle finanze e le amministrazioni centrali dello Stato, trova attuazione nell'ambito di appositi nuclei di analisi e valutazione della spesa ed è finalizzata alla verifica dei risultati conseguiti dalle amministrazioni rispetto agli obiettivi di finanza pubblica stabiliti dalla Decisione di finanza pubblica, nonché al monitoraggio dell'efficacia e dell'efficienza della gestione.

Le attività dei nuclei sono altresì finalizzate alla verifica dell'articolazione dei programmi, in base alla coerenza delle norme autorizzatorie delle spese rispetto al contenuto dei programmi stessi, con la possibilità di proporre l'accorpamento e la razionalizzazione delle leggi al fine di rendere più semplice e trasparente il collegamento con il relativo programma. In tale ambito, il Ministero dell'economia e delle finanze fornisce alle amministrazioni il supporto metodologico per la definizione delle previsioni di spesa e dei fabbisogni associati ai programmi e agli obiettivi indicati nella nota integrativa, e per la definizione degli indicatori di risultato ad essi associati. Le attività svolte dai nuclei sono funzionali alla formulazione di proposte di rimodulazione delle risorse tra diversi programmi.

Sulla base delle attività svolte dai nuclei, il Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato elabora, con cadenza triennale, un Rapporto sulla spesa delle amministrazioni dello Stato (articolo 41), che illustra la composizione e l'evoluzione della spesa e i risultati conseguiti.

Infine entro un anno dalla data di entrata in vigore della legge, il Governo è delegato ad adottare uno o più decreti legislativi per il potenziamento dell'attività di analisi e valutazione della spesa e per la riforma dei controlli di ragioneria (art. 49).

Nell'ambito delle attività volte a garantire maggiore trasparenza, efficienza ed efficacia dell'azione pubblica si pone la delega per la razionalizzazione delle procedure di spesa in conto capitale finalizzata alla realizzazione di opere pubbliche (art. 30). La delega mira in particolare a garantire l'introduzione della valutazione tecnico-economica ex ante ed ex post nella fase di pianificazione delle opere pubbliche e alla separazione del finanziamento dei progetti da quello delle opere.