Inizio contenuto main della Ragioneria Generale dello Stato

Bilancio semplificato dello Stato – Anno 2019 – Quadro generale

Intro


Il documento espone i dati delle previsioni del bilancio per il triennio 2019-2021.

Per l’anno 2019, in termini di competenza (Tavola 1.1), le previsioni per le entrate finali sono pari a 578.638 milioni, mentre quelle per le spese finali ammontano a 637.991 milioni; il saldo netto da finanziare si attesta a 59.352 milioni.

In termini di cassa, sempre per l’anno 2019 (Tavola 1.2), il saldo netto da finanziare è di 136.638 comprensivo del fondo di riserva per le autorizzazioni di cassa, che presenta una dotazione di 6.500  milioni.

Tavola 1.1  - Previsione Legge di Bilancio 2019 - 2021 - COMPETENZA
(dati in milioni di euro)
  LB 2019 LB 2020 LB 2021
ENTRATE
Tributarie 510.912 539.412 552.174
Extra Tributarie 65.467 63.249 62.768
Altre 2.259 2.251 2.258
Entrate Finali 578.638 604.912 617.200
SPESE
Spese correnti (netto interessi) 509.389 513.383 508.880
Interessi

78.898

82.554 87.876
Spese in conto capitale 49.704 52.074 48.317
Spese finali 637.991 648.011 645.072
Rimborso prestiti 231.508 228.909 244.836
RISULTATI DIFFERENZIALI
Risparmio pubblico -11.908 6.724 18.186
Saldo netto da finanziare -59.352 -43.099 -27.872
Ricorso al mercato -290.861 -272.008 -272.708
Tavola 1.2 - Previsione Legge di Bilancio 2019 - 2021 - CASSA
(dati in milioni di euro)
  LB 2019 LB 2020 LB 2021
ENTRATE
Tributarie 483.609 512.721 525.642
Extra Tributarie 50.344 48.250 47.809
Altre 2.214 2.206 2.213
Entrate Finali 536.168 563.176 575.665
SPESE
Spese correnti (netto interessi) 538.908 530.733 518.837
Interessi 79.899 82.554 87.876
Spese in conto capitale 53.999 46.841 47.348
Spese finali 672.806 660.128 654.061
Rimborso prestiti 231.509 228.909 244.836
RISULTATI DIFFERENZIALI
Risparmio pubblico -84.853 -52.316 -33.261
Saldo netto da finanziare -136.638 -96.951 -78.396
Ricorso al mercato -368.146 -325.861 -323.232

 

Per saperne di più

Il presente documento si compone di tre sezioni: la prima espone i risultati differenziali; la seconda contiene una analisi dettagliata delle entrate e la terza contiene una analisi della spesa per voci economiche e per missioni e programmi.

Per le entrate, analogamente alla struttura di bilancio prevista dalla vigente normativa contabile, la prospettazione opera, nell’ambito di ciascun titolo di entrata, la ripartizione tra entrate correnti ed in conto capitale, tipica della contabilità nazionale, al fine di porre in evidenza il carattere di continuità ovvero di straordinarietà o di occasionalità che connota i cespiti di entrata in relazione alla loro acquisizione al bilancio dello Stato.

Le spese sono classificate: 

  • per Ministeri e categorie economiche;
  • per voci economiche, che si articolano in un ampio aggregato analitico, che evidenzia i principali interventi di spesa. Le voci corrispondono ai principali aggregati previsti dalla classificazione economica;
  • per missioni e programmi, attraverso un’articolazione che evidenzia la composizione in programmi delle 34 missioni del bilancio dello Stato.