Tesoreria telematica

Intro


Con l’espressione tesoreria telematica si individua il processo di innovazione che ha riguardato le procedure di tesoreria e che ha progressivamente consentito l’abbandono dei supporti cartacei sostituiti da flussi telematici.

Il processo di trasformazione nasce con l’emanazione del D.P.R. 367/1994 (Regolamento per la semplificazione e accelerazione delle procedure di spesa e contabili) che costruisce la cornice normativa di riferimento all’interno della quale nel corso degli anni si è proceduto all’i nformatizzazione delle diverse procedure di tesoreria: singole tipologie di titoli di pagamento e relativa rendicontazione, quietanze di entrata, disposizioni per l’apertura e la chiusura dei conti aperti presso la tesoreria dello Stato.

Per facilitare questo processo e per creare una regia unica e condivisa di tutti gli attori interessati, è nato il SIPA (Sistema informatizzato dei pagamenti della pubblica amministrazione), quale tavolo interistituzionale per favorire l’introduzione e lo sviluppo delle tecnologie informatiche nelle procedure di pagamento nel quale sono rappresentati, oltre alla Ragioneria generale dello Stato, la Corte dei conti, la Banca d’Italia, il CNIPA (oggi AGID), che hanno sottoscritto nel 2001 un apposito Protocollo d’intesa quadro per lo sviluppo del sistema informatizzato dei pagamenti della pubblica amministrazione.

Ad oggi, nel 2017, tutti i titoli di pagamento emessi dalle Amministrazioni statali sono stati dematerializzati, salvo piccole frange marginali in via di superamento. Analogo processo è in corso di realizzazione nelle Pubbliche amministrazioni diverse dallo Stato, supportato da un vincolo normativo (Legge 232/2016, art. 16, comma 533), che sancisce per tutte le pubbliche amministrazioni l’obbligo di disporre incassi e pagamenti esclusivamente attraverso ordinativi informatici.

La dematerializzazione delle procedure di tesoreria è stato il primo passo che ha consentito la successiva informatizzazione dei sistemi contabili e ha reso disponibili in maniera organizzata informazioni indispensabili per le attività di monitoraggio.