Beni immobili

Tra le attività istituzionali del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato assume particolare importanza la tenuta delle scritture contabili dei beni immobili dello Stato (appartenenti al patrimonio disponibile e indisponibile e dei beni appartenenti al demanio storico-artistico direttamente gestiti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e per esso dall’A genzia del Demanio).

La predetta attività, svolta dagli uffici appartenenti al sistema delle ragionerie del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, è diretta ad acquisire dalle correlate Direzioni territoriali dell’Agenzia del Demanio gli elementi necessari alla redazione del Conto generale del Patrimonio dello Stato, oltre a permettere l’espletamento delle funzioni istituzionali di vigilanza in materia.

A tale riguardo, con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze datato 16 marzo 2011 – e con i successivi provvedimenti n. 124834 del 29 dicembre 2011 e n. 130433 del 30 dicembre 2011 – è stata prevista, a decorrere dal 1° gennaio 2012, l’adozione di un nuovo sistema delle scritture contabili informatiche riguardanti i beni immobili di proprietà dello Stato e la cessazione alla data del 31 dicembre 2011 dall’uso delle scritture tenute su supporto cartaceo.

La realizzazione del nuovo sistema di scritture è avvenuta tramite l’applicativo denominato ‘ Inventario dei Beni immobili dello Stato’ (IBIS) ’. Tale applicativo provvede all’acquisizione dei flussi trasmessi in via telematica dall’Agenzia del Demanio secondo scadenze prestabilite e contenenti i dati delle variazioni intervenute nella consistenza dei beni immobili, al fine del successivo riversamento dei medesimi dati al Sistema del conto del patrimonio (SIPATR), previa verifica e validazione da parte degli uffici riscontranti appartenenti al sistema delle ragionerie del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato. Il citato applicativo consente, altresì, l’a ccesso alla documentazione giustificativa, posta a supporto delle variazioni, direttamente nella banca dati dell’Agenzia del Demanio.

Anche per i beni immobili la rendicontazione patrimoniale viene effettuata secondo le istruzioni impartite con la circolare di chiusura delle contabilità per l'esercizio finanziario scaduto, in attuazione delle vigenti disposizioni in materia contabile, e in base al calendario degli adempimenti dalla stessa circolare fissato.

Le operazioni di chiusura delle contabilità si svolgono sull’area del sito del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, appositamente dedicata al Sistema del Conto del Patrimonio (SIPATR) , finalizzata alla raccolta, alla elaborazione ed alla consultazione dei dati patrimoniali.

L’avvenuta integrazione dei sistemi informativi dell’Agenzia del Demanio e del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato consente al SIPATR di ricevere telematicamente le informazioni circa le variazioni intervenute nella consistenza dei beni immobili, che andranno vagliate dalle singole Ragionerie territoriali dello Stato e che determineranno, ai fini della rendicontazione patrimoniale, le risultanze contabili della consistenza patrimoniale immobiliare.