Intro


Gli Uffici centrali del Bilancio (UCB), ex Ragionerie Centrali, sono istituiti presso tutti i Ministeri con Portafoglio e rappresentano lo snodo essenziale della Ragioneria Generale dello Stato presso le Amministrazioni centrali.

Ai sensi della Legge di Contabilità Generale dello Stato, vigilano sull'osservanza delle norme che disciplinano:

  • la conservazione del patrimonio dello Stato;
  • l'esatto accertamento delle entrate;
  • la regolare gestione dei fondi di bilancio.

Le principali funzioni degli UCB si concretizzano nella tenuta delle scritture contabili concernenti la gestione delle amministrazioni, nel controllo della regolarità amministrativa e contabile dei singoli atti di spesa emessi dalle amministrazioni, nella valutazione degli oneri delle funzioni e dei servizi istituzionali, dei programmi e dei progetti.

Essi svolgono azioni di supporto e di vigilanza, finalizzate al corretto andamento della gestione finanziaria e all'applicazione delle linee di bilancio, ricevono dalle amministrazioni tutte le informazioni relative alla contabilità economica redatta per centri di costo e ne valutano gli oneri derivanti, vigilano sul rispetto delle norme di contenimento di talune categorie di spesa.

In particolare gli UCB concorrono alla formazione del bilancio dei singoli Ministeri verificando la compatibilità sui saldi di finanza pubblica e compilano il relativo rendiconto, provvedono al controllo ed alla contabilizzazione delle entrate dello Stato per centro di responsabilità ed alla tenuta del conto del patrimonio; vigilano sul rispetto del divieto di istituire o mantenere gestioni fuori bilancio non autorizzate e svolgono funzioni in materia di controllo e monitoraggio degli andamenti di finanza pubblica, nonché ogni altro incarico specifico loro affidato dalla legge.

Gli UCB partecipano al procedimento della contrattazione collettiva, assicurando, ai sensi dell’articolo 40-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165, il controllo della compatibilità dei costi della contrattazione collettiva integrativa con i vincoli di bilancio e quelli derivanti dall’applicazione delle norme di legge, con particolare riferimento alle disposizioni inderogabili che incidono sulla misura e sulla corresponsione dei trattamenti accessori.

Gli UCB svolgono il controllo di regolarità amministrativa e contabile in modalità preventiva su tutti gli atti dai quali derivino effetti finanziari per il bilancio dello Stato, ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2011, n. 123, ad eccezione di quelli posti in essere dalle amministrazioni, dagli organismi e dagli organi dello Stato dotati di autonomia finanziaria e contabile, ed in modalità successiva sui rendiconti amministrativi presentati dai funzionari delegati e sui conti giudiziali presentati dagli agenti contabili dello Stato, ai sensi, rispettivamente, dell’articolo 60 del R.D. 18 novembre 1923, n. 2440 e dell’articolo 333 del R.D. 23 maggio 1924, n. 827, nonché dell’articolo 74 del R.D. n. 2440/1923 e dell’articolo 610 del R.D. n. 827/1924.

Sempre in modalità successiva esercitano il controllo sui rendiconti delle gestioni fuori bilancio autorizzate (legge 25 novembre 1971, n. 1041 – legge 23 dicembre 1993, n. 559). Effettuano, infine, periodiche verifiche alle gestioni dei cassieri e dei consegnatari delle Amministrazioni dello Stato, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 4 settembre 2002, n. 254.

Presso gli UCB sono costituite, ai sensi dell’art. 9, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 20 febbraio 1998, n. 38, le Conferenze permanenti tra rappresentanti degli stessi Uffici e quelli delle corrispondenti Amministrazioni, che contribuiscono ad assicurare, ferme restando le rispettive funzioni, il più efficace esercizio dei compiti in materia di programmazione dell’attività finanziaria, di monitoraggio finanziario dell’attuazione delle manovre di bilancio e di valutazione tecnica dei costi e degli oneri dei provvedimenti delle funzioni e dei servizi istituzionali e delle iniziative legislative nel settore di pertinenza dell’Amministrazione.