Roma, 19 gennaio 2017, ore 09.49
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Contabilità Economica

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Contabilità Economica

La Ragioneria Generale dello Stato tramite le sue diverse articolazioni, ed in particolare attraverso l'Ispettorato Generale del Bilancio - Ufficio di Coordinamento della contabilità economico-analitica -, è l'organo deputato alla definizione dei principi, delle regole e delle metodologie della contabilità economica (analitica e patrimoniale) e della contabilità integrata anche ai fini dell'armonizzazione con i sistemi di controllo di gestione delle Amministrazioni centrali dello Stato. Per migliorare l'impiego delle risorse e per rendere il bilancio pubblico (e in primo luogo quello dello Stato) coerente con le nuove esigenze dell'azione amministrativa, orientata verso l'efficienza nel percorso «obiettivi-risorse-risultati», il Titolo III del d.lgs. 7 agosto 1997, n. 279 ha attribuito alla Ragioneria Generale dello Stato il compito di introdurre nel sistema contabile pubblico la contabilità economica analitica per centri di costo con la quale i costi vengono rilevati, per ogni Amministrazione centrale dello Stato, con riferimento:

a) alla responsabilità organizzativa, attraverso il piano dei centri di costo;

b) alla natura di costo, ossia alle caratteristiche fisico-economiche delle risorse utilizzate mediante il piano dei conti;

c) alla finalità o destinazione, in relazione ai risultati da perseguire, rappresentati dalla nuova classificazione per Missioni e per Programmi.

La riforma della contabilità e finanza pubblica, legge n. 196 del 31 dicembre 2009, rafforza il ruolo della contabilità economica prevedendo l'istituzionalizzazione dei documenti di Budget e di Consuntivazione dei costi quali "allegati" - rispettivamente, dello Stato di previsione della spesa di ciascun Ministero (art. 21) e del Rendiconto generale dello Stato (art. 36) - e consentendo all'organo legislativo la conoscenza e l'approfondimento tempestivo delle informazioni economiche a completamento del quadro informativo generale relativo al bilancio.

La riforma, inoltre, prevede una programmazione di bilancio orientata sul medio termine, attraverso un'effettiva pianificazione triennale delle politiche, degli obiettivi e delle risorse da utilizzare. Si attribuisce, in questo modo, una maggior rilevanza ai referenti dei Centri di responsabilità amministrativa nel processo di raccolta e inserimento delle informazioni relative al Budget triennale.

In particolare, con la formulazione del budget, i titolari dei Centri di Responsabilità amministrativa, che sono responsabili delle risorse finanziarie assegnate ai programmi (art. 23 della citata legge 196/2009) coordinano le previsioni economiche - in termini di fabbisogni di risorse umane e strumentali - dei centri di costo sottostanti e costruiscono, in coerenza con queste, le previsioni finanziarie nell'ambito dei vincoli posti dalla manovra di finanza pubblica avvalendosi, anche, delle informazioni relative ai costi sostenuti nei periodi precedenti.

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze si avvale di tali rilevazioni analitiche per valutare il costo delle strutture organizzative e dei programmi perseguiti con la spesa pubblica, ponendole a supporto del procedimento di riconsiderazione degli aggregati del bilancio finanziario dello Stato.

Alla Ragioneria Generale dello Stato spetta il compito di raccogliere, analizzare e consolidare i dati economici, trasmessi in via telematica nell'apposita area riservata dalle singole Amministrazioni, e produrre i documenti da allegare al bilancio parlamentare.

In questa sezione del sito sono presenti le pubblicazioni e le circolari di questo settore di attività della RGS nonché i corsi in auto-addestramento, fruibili attraverso la rete Internet, le cui modalità di accesso sono illustrate nella voce di menu "Il Sistema".