Roma, 19 novembre 2017, ore 02.26
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Pubblicazioni

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Contabilità Economica > Pubblicazioni > Budget dello Stato - presentato 2010

Budget dello Stato - presentato 2010

Il Budget "presentato" 2010 è stato formulato secondo le indicazioni fornite dal Ministero dell'Economia e delle finanze - Ragioneria Generale dello Stato con la circolare n. 21/2009 ed in coerenza con le previsioni finanziarie del Disegno di Legge di Bilancio (DLB) per lo stesso esercizio presentato alle Camere, come stabilito dall'art. 1-bis della legge 468 del 1978, contestualmente al Disegno di Legge finanziaria.

IL DLB 2010 include, tra l'altro, i provvedimenti anticrisi sia per il rilancio e sostegno dell'economia sia per la proroga di alcuni termini legislativi. In tale ambito si tiene conto della possibilità di utilizzare, anche in sede di previsione 2010, gli strumenti di flessibilità previsti dalla disciplina contabile di bilancio per cui è stata concessa ai Ministeri la facoltà di riallocare le risorse stesse verso forme di impiego ritenute prioritarie o più produttive, attraverso la loro rimodulazione tra Programmi che realizzano la stessa Missione di spesa. In conseguenza di ciò, la Ragioneria Generale dello Stato ha apportato alcuni cambiamenti al processo di predisposizione e di raccolta delle previsioni economiche e finanziarie, in gran parte confermati per le previsioni 2010, anche allo scopo di favorire una sempre maggiore integrazione tra previsioni economiche e finanziarie e potenziare gli strumenti a disposizione delle amministrazioni. Si tratta, in primo luogo, della integrazione tecnica e di processo nella raccolta delle previsioni quantitative del personale (anni persona) ai fini della predisposizione, da un lato, del Budget economico 2010 e, dall'altro, degli allegati al Disegno di Legge di bilancio 2010 relativi alle spese di personale (cfr circolare n. 21/2009). Sono state, inoltre, aggiornate le linee guida per la compilazione delle Note preliminari e disciplinato l'utilizzo del nuove procedure informatiche per la loro acquisizione ed è stato rivisto il calendario degli adempimenti per le previsioni finanziarie, il Budget e le Note preliminari. In conseguenza delle modifiche di processo intervenute sul bilancio finanziario, la raccolta dei dati del Budget economico si articola su due fasi ( Budget "presentato" e Budget "definito") in luogo delle tre fasi precedentemente in uso ( Budget "proposto", "presentato" e "definito"). Le Amministrazioni, infatti, hanno proceduto direttamente alle previsioni economiche formulando il Budget "presentato" 2010 per Centro di costo, per natura di costo e per Programmi, con una rilevazione anticipata e separata dei dati quantitativi del personale (anni persona). Nella successiva fase di Budget "definito" i centri di costo delle Amministrazioni provvederanno a riconsiderare gli obiettivi e, ove necessario, a rimodulare i costi generati dalle attività e dai processi connessi, in coerenza con le risorse finanziare assegnate, in via definitiva, con l'approvazione della Legge di Bilancio 2010.

Il presente documento di Budget è articolato in tre parti, di cui la parte prima rappresenta la sezione introduttiva.

Nella parte seconda vengono illustrati e commentati:

· i valori del Budget dello Stato 2010, con riguardo alle destinazioni (Missioni e Programmi), alla natura di costo delle risorse utilizzate ed alle strutture organizzative che le impiegano;

· i costi che lo Stato nel suo complesso prevede di sostenere nel 2010, esposti in tabelle e grafici, per Ministero, per destinazione e per natura, e posti a confronto con i valori del Budget "definito" 2009; alcune limitazioni nel confronto con i dati dell'esercizio precedente derivano dalle ristrutturazioni organizzative intervenute;

· le analisi per singolo Ministero dei costi previsti per il 2010, con le relative tabelle contenenti l'elenco completo delle Missioni e dei Programmi attribuiti all'Amministrazione e le sottostanti attività, nonché le previsioni effettuate dai centri di costo per natura e per destinazione.

La parte terza, infine, espone un Glossario dei termini più frequentemente utilizzati in contabilità economica.