Roma, 24 novembre 2017, ore 13.38
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Pubblicazioni

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Contabilità Economica > Pubblicazioni > Rendiconto economico dello Stato per l’anno 2014

Rendiconto economico dello Stato per l’anno 2014

Il Rendiconto economico delle Amm.ni centrali dello Stato, introdotto ai sensi della legge n. 94 del 1997 - espone la sintesi dei costi che le Amministrazioni centrali dello Stato hanno sostenuto nel corso del 2014, con lo scopo di ampliare le informazioni del Rendiconto Generale dello Stato con elementi e dati di tipo economico e consentire di accrescere la conoscenza dei fenomeni amministrativi e la verifica dei risultati ottenuti (accountability) da parte della dirigenza, favorendo l’orientamento dell’azione amministrativa verso un percorso indirizzi -> obiettivi -> risorse -> risultati.

La Legge di riforma della contabilità e finanza pubblica, n. 196 del 31 dicembre 2009, ha rafforzato il ruolo delle rilevazioni economiche prescrivendo con specifico riferimento al rendiconto economico, all’art. 36, comma 5, che “in apposito allegato conoscitivo al rendiconto generale dello Stato sono illustrate le risultanze economiche per ciascun ministero.” Le Amministrazioni hanno rilevato i fenomeni di gestione sulla base del criterio della competenza economica, secondo una triplice prospettiva di rappresentazione:

  • per Centri di costo: per l’anno 2014 la rilevazione dei costi ha interessato, per le 13 amministrazioni centrali dello Stato, n. 93 Centri di responsabilità e n. 783 Centri di costo;
  • per Natura di costo: la contabilità economica analitica utilizza un dettagliato piano dei conti a tre livelli, comune a tutte le amministrazioni centrali dello Stato;
  • per Missione e Programma: sia la contabilità finanziaria dello Stato sia la contabilità economica condividono la classificazione per missioni e programmi, introdotta a partire dal bilancio di previsione dello Stato 2008 e successivamente confermata dalla legge n. 196/2009.

Le informazioni per la riconciliazione dei costi sono state fornite dal pertinente Centro di Responsabilità. Attraverso l’operazione di riconciliazione si evidenziano le poste integrative e rettificative mediante le quali si riconducono i costi sostenuti dalle amministrazioni centrali dello Stato, rilevati attraverso il sistema di contabilità economica analitica, ai pagamenti in c/competenza e in c/residui risultanti dal conto del bilancio del rendiconto generale dello Stato dello stesso anno.

Il presente documento è strutturato in una sezione introduttiva e in due parti, nella prima delle quali vengono illustrati e commentati i valori del Rendiconto 2014, con riguardo alle tre viste di analisi ed alla riconciliazione tra rendiconto economico e rendiconto finanziario per programma e centro di responsabilità; espone, inoltre, tabelle e grafici per singola amministrazione e indicatori in grado di fornire indicazioni sulla complessità organizzativa e funzionale, sulla composizione del personale e delle altre risorse impiegate, sulle caratteristiche del processo di erogazione di servizi delle Amministrazioni centrali dello Stato. La seconda parte del testo contiene un Glossario dei termini più frequentemente utilizzati in contabilità economica e degli indicatori nonché la rappresentazione dell’algoritmo della riconciliazione dei dati economici con quelli finanziari.