Roma, 20 novembre 2017, ore 10.43
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Pubblicazioni

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Contabilità Economica > Pubblicazioni > Rendiconto economico dello Stato per l’anno 2011

Rendiconto economico dello Stato per l’anno 2011

Il “Rendiconto economico dello Stato per l’anno 2011 - Riconciliazione con il Rendiconto Generale dello Stato” è il Documento che sintetizza i costi che le Amministrazioni centrali dello Stato hanno sostenuto nel corso del 2011, sulla scorta dei dati trasmessi e validati dai centri di costo delle Amministrazioni stesse, tramite il portale web di Contabilità economica, ed elaborati dalla Ragioneria Generale dello Stato.

Tale documento consente di:

  • analizzare i costi sostenuti confrontandoli con quelli previsti nel Budget per lo stesso anno, e di valutare i risultati raggiunti ponendoli in relazione con il totale dei costi sostenuti nell'esercizio;
  • riconciliare i dati di Contabilità economica con quelli finanziari. Il raccordo del "Rendiconto economico" con il corrispondente "Rendiconto Generale dello Stato" avviene mediante la considerazione di specifiche poste integrative e rettificative, che esprimono le diverse modalità di contabilizzazione dei fenomeni di gestione, ed hanno la finalità di ricondurre i valori rilevati secondo il criterio della competenza economica ai valori della gestione finanziaria.

Il presente Documento, già trasmesso al Parlamento e alla Corte dei Conti congiuntamente al Rendiconto generale dello Stato e alle Note integrative al consuntivo (cfr. Circolare del 3 aprile 2012, n. 12 della Ragioneria Generale dello Stato avente per oggetto "Rendiconto generale dell'esercizio finanziario 2011") predisposto tenendo in considerazione alcune modifiche alle strutture organizzative intervenute nella fase previsionale, è suddiviso in due parti:

  •     nella prima, dopo una sezione introduttiva del documento vengono illustrati e commentati i valori del Rendiconto 2011, con riguardo:

-    alla destinazione (Missioni e Programmi), la cui lettura è agevolata e arricchita, per la prima volta, da Schede Riepilogative per ciascuna delle 34 Missioni e correlati Programmi;

-    alla natura di costo delle risorse utilizzate ed alle strutture organizzative che le impiegano attraverso l’analisi distinta dei Macroaggregati economici di costo che lo Stato nel suo complesso ha sostenuto nel 2011 posti a confronto con i valori del Budget “rivisto” 2011 e con quelli del Consuntivo 2010;

-    la riconciliazione tra rendiconto economico e rendiconto finanziario per programma e centro di responsabilità;

-    esposizione dei costi in tabelle e grafici per singolo Ministero, per destinazione e natura e indicatori basati prevalentemente sugli Input (risorse finanziarie, umane o strumentali che l'amministrazione acquisisce ed impiega per svolgere i propri compiti), in grado di fornire importanti indicazioni sulla complessità organizzativa e funzionale, sulla composizione del personale e delle altre risorse impiegate, sulle caratteristiche del processo di erogazione di servizi delle Amministrazioni centrali dello Stato.

  •     la seconda parte del testo, successione di appendici da considerarsi come un ampliamento teorico degli argomenti trattati nella prima parte, contiene un Glossario dei termini più frequentemente utilizzati in contabilità economica e degli indicatori nonché la rappresentazione dell’algoritmo della riconciliazione applicato ai prospetti di riconciliazione dei dati economici con quelli finanziari.