Roma, 21 luglio 2017, ore 20.40
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Conto disponibilità

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Conto disponibilità

MONITORAGGIO CONTO DISPONIBILITÀ

Il “Conto disponibilità del Tesoro per il servizio di tesoreria”, più brevemente indicato come conto disponibilità, è detenuto presso la Banca d’Italia per assicurare le funzioni di esecuzione per conto dello Stato tutti gli incassi e i pagamenti e non può mai presentare un saldo negativo conformemente  con la normativa comunitaria, che vieta alle banche centrali degli Stati membri di concedere qualsiasi forma di finanziamento al Tesoro.

La legge di contabilità e finanza pubblica (L. 31 dicembre 2009, n. 196) disciplina la programmazione finanziaria stabilendo che le amministrazioni statali comunicano al Ministero dell’economia e delle finanze, Dipartimento della ragioneria generale dello Stato, secondo uno schema prestabilito, le loro previsioni dei flussi di cassa (art. 46). L’art. 22 del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla L. 15 luglio 2011, n. 111, rende tale programmazione ancora più pressante. Tutti  i Ministeri e  tutte le amministrazioni che hanno conti accesi presso la tesoreria dello Stato ed effettuano movimenti con rilevante impatto sul conto disponibilità comunicano la loro stima dei flussi di cassa giornalieri al Ministero dell’economia e delle finanze.

La nuova operatività del conto disponibilità, attuata ai sensi dell’articolo 47 della legge n. 196/2009, richiede un’attività di programmazione finanziaria di breve/medio periodo strutturata per garantire un’efficiente gestione del debito pubblico. Le previsioni giornaliere dei flussi di cassa che transitano per la tesoreria dello Stato sono fondamentali nel determinare con sufficiente margine di anticipo l’ammontare della liquidità giornaliera presente sul conto disponibilità sia per la programmazione delle emissioni di titoli di stato sia  per  essere investita sul mercato finanziario a tassi remunerativi. Il monitoraggio dei dati inviati dalle Amministrazioni interessate ai sensi della circolare RGS n. 26 del 19 settembre 2011, avviato nel mese di ottobre 2011, è una fonte informativa essenziale per l’elaborazione e la verifica delle previsioni.

Le amministrazioni titolari di conti di tesoreria tenute alle suddette comunicazioni sono individuate in appositi elenchi. Tali elenchi aggiornati sono disponibili sul presente sito. Al fine di agevolare l'inserimento dei dati e di migliorare le tecniche di analisi dei dati ottenuti è stata predisposta una piattaforma informatica dove le Amministrazioni, una volta accreditate, potranno accedere collegandosi al sito Internet https://contodisp.tesoro.it/.