Roma, 18 novembre 2017, ore 18.42
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Domande e risposte

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Conto disponibilità > Domande e risposte

Domande e risposte

Di seguito vengono riportate le FAQ, ovvero le domande ricorrenti degli utenti, con le risposte che vengono fornite. Se non trovi la risposta alla tua domanda, invia una nuova richiesta mediante la funzione Invia una richiesta di aiuto.

Frequently Asked Questions

1 - Come devono essere espressi gli importi delle stime dei flussi di cassa?
Gli importi inseriti nella piattaforma "conto disponibilità" devono essere espressi in migliaia di euro.

2 - Dove saranno pubblicati eventuali successivi aggiornamenti degli elenchi delle amministrazioni titolari dei conti dei tesoreria tenute all'obbligo di comunicare le previsioni?
Eventuali successivi aggiornamenti degli elenchi delle amministrazioni saranno pubblicati sul sito Internet del dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato.

3 - E' possibile accreditare più persone per l'accesso all'applicativo informatico "Conto disponibilità"?
E' possibile accreditare fino ad un massimo di tre persone compreso il dirigente responsabile per l'accesso all'applicativo informatico "Conto disponibilità". A tal fine l'amministrazione deve inviare una mail all'indirizzo assistenza.cp@tesoro.it e per conoscenza all'indirizzo rgs.monitoraggio@tesoro.it, indicando: 1. il dirigente responsabile per la comunicazione, che in ogni caso deve essere accreditato 2. i nominativi dei delegati del dirigente responsabile per i quali vengono richieste le credenziali di accesso. Si precisa che il dirigente responsabile accreditato rimane unico responsabile della comunicazione anche in caso di trasmissione dei dati da parte dei suoi delegati, benché sul foglio di lavoro dell'applicativo "Conto disponibilità", accanto all'etichetta "il dirigente responsabile" comparirà il nome dell'utente che ha trasmesso i dati. Qualora siano richieste più credenziali, l'amministrazione deve assicurarsi che i dati di stima siano inseriti una sola volta nell'applicativo.

4 - Cosa fare in caso di cambio del dirigente responsabile per la comunicazione?
Se cambia, anche temporaneamente, il responsabile della comunicazione, l'amministrazione deve inviare una mail all'indirizzo assistenza.cp@tesoro.it e per conoscenza all'indirizzo rgs.monitoraggio@tesoro.it indicando il nome del nuovo responsabile, la data di inizio incarico, ed eventualmente, in caso di nomina temporanea, la data di fine incarico. Il nuovo dirigente si accredita secondo le modalità indicate nella circolare 24 luglio 2012, n. 26.

5 - Cosa fare in caso di cambio del delegato del dirigente responsabile per la comunicazione?
Se cambia il delegato del dirigente responsabile per la comunicazione l'amministrazione deve inviare una mail all'indirizzo assistenza.cp@tesoro.it e per conoscenza all'indirizzo rgs.monitoraggio@tesoro.it indicando il nome e il codice fiscale del nuovo delegato per l’accreditamento.

6 - Quali sono le amministrazioni tenute alle comunicazioni?
Le amministrazioni tenute alle comunicazioni sono: 1. tutte le amministrazioni titolari dei conti di tesoreria che effettuano operazioni superiori a 30 milioni giornalieri; 2. tutte le amministrazioni titolari dei conti di tesoreria indicati negli elenchi aggiornati sul sito; 3. tutti i ministeri che effettuano pagamenti che cumulativamente superino nel mese l'importo di 50 milioni di euro a carico di un singolo capitolo di spesa ovvero che hanno la stessa natura economica, indipendentemente dallo strumento (mandato, anticipazioni e sospesi di tesoreria) con cui viene effettuato il pagamento.

7 - Quale comunicazione deve effettuare l'amministrazione inclusa negli elenchi che non abbia movimentato il conto di tesoreria superando i 10 milioni di euro giornalieri?
Le amministrazioni devono selezionare nell'applicativo la voce "Nessun movimento" per il periodo di riferimento della comunicazione e quindi salvare e validare l'operazione.

8 - Perché non risulta il tasto "valida" nella schermata per le comunicazioni settimanali per le Amministrazioni pubbliche?
Il tasto "valida" non è presente nella schermata per le comunicazioni settimanali. Tuttavia la comunicazione settimanale contenente l'aggiornamento delle previsioni mensili avviene correttamente quando l'amministrazione effettua il salvataggio.

9 - Se sono un Ministero come devo effettuare la previsione annuale?
La previsione relativa all'anno t+1 deve essere inviata e validata sul portale "conto disponibilità" entro il 31 dicembre dell'anno t. Tenuto conto che le previsioni dei Ministeri relative all'anno t+1 si basano su dati disponibili alla fine dell'anno t, è prevista la possibilità di modificare fino al 31 gennaio dell'anno t+1 tali previsioni. L'ultima modifica di tali previsioni dovrà essere validata entro il 31 gennaio dell'anno t+1.

10 - Se sono un Ministero come devo effettuare l'aggiornamento della previsione annuale?
L'aggiornamento della previsione annuale deve essere effettuato tramite comunicazioni da inviare entro il 10 di ogni mese m relative alle previsioni del bimestre (m, m+1). Tale comunicazione va effettuata anche qualora non si modifichino le previsioni differenti. In tal caso, il dirigente responsabile per la comunicazione deve validare i dati previsivi del bimestre di riferimento.

11 - Se sono un Ministero e l'importo giornaliero dei pagamenti non supera i 50 milioni di euro cosa devo comunicare?
Tutti i Ministeri accreditati, anche se non prevedono movimenti giornalieri superiori ai 50 milioni di euro, sono tenuti ad effettuare entro il 10 di ogni mese m la validazione relativa al bimestre (m, m+1), selezionando la voce "nessun pagamento previsto per il mese".

12 - Se sono un Ministero e prevedo di non effettuare pagamenti di importo giornaliero superiore ai 50 milioni di euro cosa devo comunicare?
Chi prevede di non effettuare alcun pagamento giornaliero superiore a 50 milioni di euro per tutto l'anno t+1, deve darne comunicazione entro il 31 gennaio dell'anno t, inviando una mail a rgs.monitoraggio@tesoro.it con oggetto: "sospensione per l'anno t+1". In questo caso il Ministero è temporaneamente esonerato dall'invio delle comunicazioni. Qualora successivamente il Ministero preveda un pagamento giornaliero superiore a 50 milioni di euro, deve comunicare tempestivamente la richiesta di revoca della sospensione, inviando una mail a rgs.monitoraggio@tesoro.it con oggetto: "revoca della sospensione". In questo caso il Ministero deve inviare la previsione tramite il portale secondo le modalità indicate nelle circolari.

13 - Se sono un’Amministrazione titolare di conti accesi presso la tesoreria dello Stato, devo comunicare anche i movimenti inquadrabili come girofondi?
I girofondi, cioè movimenti interni alla tesoreria statale, non devono essere comunicati. Tali movimenti non modificano la liquidità del conto disponibilità.

14 - Se sono un'Amministrazione titolare di conti accesi presso la tesoreria dello Stato, devo comunicare i versamenti effettuati con il modello F24 EP?
I versamenti effettuati con il modello F24 EP non devono essere comunicati, poiché rientrano nella fattispecie dei girofondi.

15 - Se sono un'Amministrazione titolare di conti accesi presso la tesoreria dello Stato, devo comunicare i movimenti da/verso il bilancio dello Stato?
I trasferimenti da/verso il bilancio dello Stato non devono essere comunicati (ad esempio, pagamenti dei contributi tramite modello F24EP, trasferimenti a Regioni da parte dello Stato). Sono movimenti interni alla tesoreria dello Stato che non modificano la liquidità del conto disponibilità.

16 - Se sono un'Amministrazione titolare di conti accesi presso la tesoreria dello Stato, quali movimenti superiori a 10 milioni giornalieri devo comunicare?
Si devono comunicare sicuramente tutti i movimenti, superiori a 10 milioni giornalieri, da\verso il sistema economico privato. Quindi, qualsiasi movimento, superiore a 10 milioni giornalieri, in uscita (o entrata ) dalla Tesoreria dello Stato. Tali movimenti modificano la liquidità del conto disponibilità.