Roma, 21 dicembre 2014, ore 00.36
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Google+
  • Condividi su Twitter

Patto di stabilità interno

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Patto di stabilità interno > Patto di stabilità interno 2014

IN EVIDENZA

Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, emanato d’intesa con la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, concernente la riduzione degli obiettivi del patto di stabilità interno per l’anno 2014 delle province, in attuazione dell’articolo 1, comma 122, della legge 13 dicembre 2010, n. 220

In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, si ritiene utile diffondere il testo del Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 25 novembre 2014, n. 78226, concernente la riduzione degli obiettivi del patto di stabilità interno per l’anno 2014 delle province, in attuazione dell’articolo 1, comma 122, della legge 13 dicembre 2010, n. 220.
Il Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato provvede ad aggiornare i prospetti relativi alla determinazione dell’obiettivo del patto di stabilità interno delle province interessate dalla riduzione dell’obiettivo per l’anno 2014. Le predette riduzioni trovano evidenza nella cella (aa) della Fase 5 del modello di calcolo dell’obiettivo delle province OB/14/P presente nell’applicazione web dedicata al patto di stabilità interno http://pattostabilitainterno.tesoro.it

***

Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze concernente il riparto degli spazi finanziari tra gli enti territoriali per sostenere pagamenti di debiti in conto capitale, in attuazione del comma 6 dell’articolo 4 del decreto legge n. 133 del 2014. (G.U. n. 250 del 27 ottobre 2014)

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.250 del 27-10-2014 il testo del Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze n. 79891 del 13 ottobre 2014, emanato in attuazione del comma 6 dell’articolo 4 del decreto legge n. 133 del 2014, concernente il riparto degli spazi finanziari, per complessivi 200 milioni, attribuiti, per l’anno 2014, agli enti territoriali per sostenere pagamenti di debiti in conto capitale certi liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2013 o per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine, nonché pagamenti di debiti in conto capitale riconosciuti alla data del 31 dicembre 2013 ovvero che presentavano i requisiti per il riconoscimento di legittimità entro la medesima data, connessi a spese ascrivibili ai codici gestionali SIOPE da 2101 a 2512 per gli enti locali e ai codici gestionali SIOPE da 2101 a 2138 per le regioni, escluse le spese afferenti la sanità.

 

Cosa è il Patto di Stabilità Interno

Il Patto di Stabilità Interno (PSI) nasce dall'esigenza di convergenza delle economie degli Stati membri della UE verso specifici parametri...

Leggi vai al testo completo: Patto di Stabilità Interno