Roma, 20 novembre 2017, ore 05.07
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Piano dei conti integrato

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Piano dei conti integrato > Moduli del piano dei conti > Moduli del piano dei conti - Come modificati dal DM 6 marzo 2017

MODULI DEL PIANO DEI CONTI INTEGRATO

Modificati dal DM 6 marzo 2017

La struttura del piano dei conti consta di tre moduli principali:

1) piano finanziario;

2) piano economico;

3) piano patrimoniale.

Il piano dei conti è strutturato gerarchicamente secondo vari livelli di dettaglio ai fini del consolidamento e del monitoraggio delle entrate, delle spese, dei costi e dei ricavi, nelle fasi di previsione, gestione e rendicontazione dei conti delle amministrazioni pubbliche In particolare, il livello minimo di articolazione del piano dei conti, ai fini del raccordo con i capitoli e gli articoli, ove previsti, è costituito dal quarto livello in fase di previsione e dal quinto livello in fase di gestione e a fini di consolidamento e monitoraggio.

Le voci del piano dei conti sono definite anche in coerenza con le regole definite in ambito internazionale dai principali organismi competenti in materia, con modalità finalizzate a garantire il rispetto del regolamento (CE) n. 479/2009, allegato al Trattato che istituisce la Comunità europea, relativo all'applicazione del protocollo sulla procedura per i disavanzi eccessivi.

I tre moduli del Piano dei conti qui pubblicati sono stati aggiornati dal DM 6 marzo 2017 pubblicato sulla GU-Serie generale del 31 marzo 2017. S.O. n. 17 e recepiscono tutte le modifiche disposte nel corso del 2016.

Nella versione Excel le modifiche più significative sono state evidenziate con sottolineatura (se inserimenti) e barratura del testo (se cancellazioni).