Roma, 19 novembre 2017, ore 15.26
  • Condividi
  • Invia link via E-mail
  • Condividi su Facebook - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Google+ - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra
  • Condividi su Twitter - collegamento a sito esterno - apertura nuova finestra

Piano dei conti integrato

Ti trovi in: Home Versione Italiana > E-Government > Piano dei conti integrato > Moduli del piano dei conti > Moduli del piano dei conti - Come modificati dal DM 6 marzo 2017

MODULI DEL PIANO DEI CONTI INTEGRATO

Modificati dal DM 6 marzo 2017

La struttura del piano dei conti consta di tre moduli principali:

1) piano finanziario;

2) piano economico;

3) piano patrimoniale.

Il piano dei conti è strutturato gerarchicamente secondo vari livelli di dettaglio ai fini del consolidamento e del monitoraggio delle entrate, delle spese, dei costi e dei ricavi, nelle fasi di previsione, gestione e rendicontazione dei conti delle amministrazioni pubbliche In particolare, il livello minimo di articolazione del piano dei conti, ai fini del raccordo con i capitoli e gli articoli, ove previsti, è costituito dal quarto livello in fase di previsione e dal quinto livello in fase di gestione e a fini di consolidamento e monitoraggio.

Le voci del piano dei conti sono definite anche in coerenza con le regole definite in ambito internazionale dai principali organismi competenti in materia, con modalità finalizzate a garantire il rispetto del regolamento (CE) n. 479/2009, allegato al Trattato che istituisce la Comunità europea, relativo all'applicazione del protocollo sulla procedura per i disavanzi eccessivi.

I tre moduli del Piano dei conti qui pubblicati sono stati aggiornati dal DM 6 marzo 2017 pubblicato sulla GU-Serie generale del 31 marzo 2017. S.O. n. 17 e recepiscono tutte le modifiche disposte nel corso del 2016 e la correzione di taluni errori materiali presenti nella versione pubblicata in attesa di nuovo decreto di approvazione ufficiale.

Nella versione Excel le modifiche più significative sono state evidenziate con sottolineatura (se inserimenti) e barratura del testo (se cancellazioni).