La spesa delle Amministrazioni centrali dello Stato 2019

(aggiornamento di novembre 2018)

Intro


La Ragioneria Generale dello Stato pubblica i dati sulla spesa delle Amministrazioni centrali dello Stato in serie storica a partire dal 2008 e in formato elaborabile. I dati consentono di seguire l'evoluzione delle risorse stanziate, impegnate e pagate dal bilancio dello Stato, distinte secondo la finalità delle politiche pubbliche (per missioni e programmi), la natura economica della spesa (per titolo e categoria economica), la natura dell'autorizzazione legislativa (per tipo di autorizzazione) e l'amministrazione responsabile dell'attuazione e della gestione (per amministrazione).

Le elaborazioni effettuate consentono la lettura in serie storica dei dati di bilancio secondo l’ articolazione in missioni e programmi attualmente vigente. Tale elemento è di particolare rilievo dal momento che la legge 196/2009 stabilisce come unità di voto parlamentare il programma di spesa e i programmi di spesa sono cambiati di anno in anno sia in termini di denominazioni, sia in termini di contenuti. La ricostruzione in serie storica viene effettuata riconducendo le singole unità gestionali del bilancio (i piani gestionali) di ciascun esercizio alla classificazione per missione e programmi adottata nell’ultima legge di bilancio.

Al fine di fornire all'utente uno strumento di analisi più completo, oltre alle tavole riepilogative, vengono messi a disposizione alcuni database elaborabili contenenti informazioni relative rispettivamente alla spesa iniziale prevista dal disegno di legge di bilancio, dalla legge di bilancio e dall’assestamento (DB Previsioni), alla spesa a consuntivo (DB Consuntivo) e alla spesa trasferita dallo Stato alle altre amministrazioni pubbliche (DB Trasferimenti AAPP).

Vengono inoltre forniti database per agevolare il confronto in serie storica della spesa secondo l’articolazione in missioni e programmi attualmente vigente (DB Serie storica Previsioni riclassificata e DB Serie storica Consuntivo riclassificata); la categoria economica della spesa e l’amministrazione responsabile della gestione sono invece quelle dell’esercizio di riferimento.

Ulteriori indicazioni sulla metodologia di stima per la riclassificazione in serie storica, sul contenuto dei database e sulle modalità per effettuare elaborazioni ed estrazioni personalizzate sono fornite nelle note alle tavole, nella Guida alla costruzione delle tavole e nelle Schede descrittive. Le tavole e i database elaborabili sono periodicamente aggiornati entro gennaio ed entro luglio a seguito rispettivamente dell'approvazione della legge di bilancio e del rendiconto. In concomitanza con la presentazione del disegno di legge di bilancio, si rilascia un’anticipazione della ricostruzione in serie storica rispetto alla struttura del bilancio decisionale all’esame del Parlamento.

Questa pubblicazione è inserita nel Programma Statistico Nazionale e reca la licenza per il riuso dei dati CC BY.

Edizione 2019

In questa occasione si rende disponibile un database con i dati di previsione in serie storica riclassificati in base alla struttura in missioni e programmi del disegno di legge di bilancio 2019-2021 presentato alle Camere, per agevolare la confrontabilità tra le previsioni di spesa del nuovo triennio e quelle degli esercizi precedenti.

La struttura del bilancio 2019-2021 ha subito diversi cambiamenti rispetto all’esercizio 2018, in termini sia del numero dei programmi sia del loro contenuto, con effetti su diversi stati di previsione In particolare, il disegno di legge di bilancio 2019-2021 prende atto del riordino delle attribuzioni in materia di turismo disposto con il decreto legge 12 luglio 2018, n. 86, convertito in legge 9 agosto 2018, n. 97, anticipando l’attuazione del trasferimento a partire dal 2019 le competenze sulle politiche del turismo e le relative funzioni precedentemente esercitate dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (ora Ministero per i beni e le attività culturali) al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (ora Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo).

A partire dall’esercizio finanziario 2017 sono state introdotte le azioni quali aggregati sottostanti i programmi di spesa. Le azioni sono rappresentate in un apposito prospetto dell’atto deliberativo, a fini meramente conoscitivi. Poiché anche l’articolazione in azioni ha visto numerose modifiche, si fornisce un database che ricostruisce le previsioni degli esercizi finanziari dal 2017 in base all’articolazione per missioni, programmi e azioni del disegno di legge di bilancio 2019-2021.

A partire dall’edizione 2018, i database riclassificati offrono una più ampia disponibilità delle misure di previsione, che sono state integrate con le variabili relative agli stanziamenti di cassa 2° e 3° anno del triennio (disponibili dall’esercizio finanziario 2011).

I dati delle precedenti edizioni, che consentono l’analisi in serie storica secondo la struttura del bilancio relativo a esercizi passati, sono consultabili selezionando l’anno di riferimento nell’ archivio, alla tipologia “Pubblicazioni”, ambito “Pubblicazioni statistiche”, argomento “Spesa delle amministrazioni centrali dello Stato”.